Ospina: 6,5

Roma certamente che non è rimasta in panciolle, anche se è stata comunque una serata in cui Ospina non è stato chiamato a fare i salti mortali. Risponde quando ce ne è bisogno, ma su Abraham ha ricevuto una grazia.

Di Lorenzo: 6,5

Di Lorenzo è uno di quelli che soffre il pressing asfissiante della Roma: poche volte, infatti, il terzino scuola Matera riesce a spingere sulla fascia.

 

Rrahmani: 6,5

Altra buonissima partita di Rrahmani, che ormai è entrato perfettamente negli schemi e nelle gerarchie di Spalletti. Fa coppia con Koulibaly in maniera egregia.

Koulibaly: 7

Manco a dirlo, Koulibaly rende la vita difficile alla Roma con le sue solite scivolate da maestro e le sue chiusure pulite e attente. Dall’inizio di stagione non ne ha sbagliata mezza, e a tanti sorge un dubbio: è lui il difensore più forte al mondo?




Mario Rui: 7

Ottima partita del portoghese, che si dimostra dinamico in entrambe le fasi: buona spinta sulla fascia con cross messi anche bene, quando si tratta di difendere dice la sua contro uno Zaniolo che non si teneva a bada.

 

Fabian Ruiz: 6,5

Alti e bassi la partita dello spagnolo, che non ha vita facile contro l’organizzato pressing mourinhano, ma che comunque gestisce bene le palle, svolgendo la funzione di regista in maniera impeccabile nella ripresa.

 




Anguissa: 6

Segna il gol del vantaggio, con fiuto da bomber si trova al posto giusto al momento giusto. Poi dopo il gol il macedone si vede poco, come già successo.

 

Zielinski: 5

Il trequartista nel gioco di Spalletti è un ruolo fondamentale e Mourinho ci ha messo poco a capirlo, ordinando ai suoi di riservargli un trattamento speciale (ovviamente nel pressing). Va nel pallone, è praticamente assente e sarebbe dovuto uscire dal campo anche prima.

 

Politano: 5,5

Uno dei punti cardine del Napoli di ieri sera. Non stava andando benissimo, ma neanche male, poi però durante l’assedio romanista non riesce a far ripartire l’azione. E sbaglia il controllo nell’occasione più ghiotta (palo di Osimhen).




Insigne: 5

Male. Molto male. Sbaglia di tutto ed è poco presente nel gioco. E mettici anche un paio di tiri a giro sbagliati clamorosamente…

 

 

Osimhen: 6

Il nervosismo gli condiziona la partita, ma c’è da dire che è stato un Osimhen niente male: Mancini e Ibanez avversari tosti, ma diverse volte il gigante nigeriano riesce a scappare verso la porta. Segna anche, peccato per il netto fuorigioco.





I subentrati

Elmas: senza voto

 

Lozano: senza voto

 

 

 

Mertens: senza voto

 

 





Spalletti: 7

Prepara un ottimo Napoli, tenendo testa alla Roma e prendendo il controllo del gioco per buona parte della gara. E’ mancato un briciolo di cinismo, tutto sommato il Napoli è una squadra matura e con personalità.

Massa: 4

Praticamente nullo, anche i falli più evidenti spesso non vengono segnalati dal fischietto di Imperia. Ha innervosito la gara, espulso Spalletti per un nonnulla e senza espellere Abraham, che era da rosso diretto per il calcio in faccia a Zielinski. Giusto solo l’annullamento del gol di Osimhen.

 

Giuseppe Garofalo