Il monologo di Crozza sui Cinque stelle: “Dopo le amministrative si sono estinti”

Il comico si chiede quale dei leader potrà risollevare il gruppo fondato da Beppe Grillo e Casaleggio

33

Maurizio Crozza in un suo monologo durante una delle ultime puntate di Fratelli di Crozza parla del crollo verticale alle ultime amministrative del Movimento 5 stelle, nonché dei suoi leader attuali e futuri leader potenziali.

“Nelle loro città simbolo – a Roma – sono passati dal 35% al 10%, a Torino hanno perso oltre 20 punti… A me dispiace vederli così – afferma Crozza – perché il reddito di cittadinanza comunque è stata una grande conquista. Draghi non solo non glielo ha abolito… ma lo ha rimpolpato”.



Il comico si chiede quale dei leader potrà risollevare il gruppo fondato da Beppe Grillo e Casaleggio, porta dunque in pista sia l’ex premier Giuseppe Conte che Luigi Di Maio, non ultimo Alessandro Di Battista, ex deputato del Movimento cinque stelle che però ha già lasciato l’organizzazione tempo fa.

Crozza parla anche della pubblicazione del libro del ministro degli Esteri Di Maio: “Guardate ragazzi che ci sarebbe un altro leader all’interno dei Cinque stelle… purtroppo, purtoppo… si è ‘veltronizzato’ (si riferisce a Luigi Di Maio, ndr.) perché ora scrive libri”.




“Per me il reddito di cittadinanza è stato il loro ‘Vamos a la playa’”, afferma il presentatore riferendosi al M5S, ricordando lo scioglimento del gruppo che scrisse la canzone famosa in tutto il mondo.

Andrea Ippolito