Presentata la Giunta Di Costanzo a Volla. Tanto entusiasmo, ma “qualche difficoltà c’è”

Tanto l’entusiasmo e tantissima la volontà di far bene. Poca l’esperienza amministrativa e tantissime le criticità che la cittadina vesuviana ha accumulato nel corso delle ultime, non proprio positive, esperienze amministrative

333

E finalmente venne il giorno. Nulla di epico, ma solo il giorno della nuova Giunta vollese, quella di Giuliano Di Costanzo. Nel pomeriggio di giovedì 18 novembre si è presentata alla stampa nella sala Giunta del palazzo municipale di via Aldo Moro.

Tanto l’entusiasmo e tantissima la volontà di far bene. Poca l’esperienza amministrativa, ma di certo una Giunta di alto profilo, composta da professionisti che, stando a quanto dichiarato, a poche ore dalle nomine sono già tutti al lavoro. Un frenetico lavoro di squadra che al momento, probabilmente, sta solo portando alla luce le tantissime criticità che la cittadina vesuviana ha accumulato nel corso delle ultime, non proprio positive, esperienze amministrative.



“La città ha bisogno di normalità”, ha dichiarato il senatore pentastellato Sergio Vaccaro, presente a questo primo incontro del governo cittadino con la stampa. “Una normalità – ha proseguito – fatta di tante piccole cose che rendano la città più vivibile e diano speranza nel futuro”.

Ma veniamo alla Giunta che, introdotta dal primo cittadino, si è presentata iniziando dalla dottoressa Daniela Petrone, alla quale sono state assegnate le deleghe all’Istruzione e Politiche Educazione, Protezione Civile, Asilo nido e Scuole materne, Servizi per l’Infanzia, Verde Pubblico, Mense scolastiche, Rapporti con le scuole, Arredo urbano, Biblioteca e Musei, Servizio civile, Trasporti e mobilità sostenibile. “E la mia prima esperienza di tipo amministrativo – ha dichiarato l’assessore Petrone nel presentarsi – e sono molto onorata delle deleghe che mi sono state assegnate perché so che sono delle deleghe molto delicate. La scuola in particolare, e in soprattutto per le non poche problematiche relative alla manutenzione degli edifici.  Proprio questa mattina mi sono già recata nelle scuole di Volla per cercare di istaurare un rapporto di collaborazione con i dirigenti ed il personale scolastico”. Per gli edifici scolastici e per gli interventi necessari, l’assessore ha detto che saranno una priorità, ma dovranno essere interventi organici e definitivi. Ha poi confermato che già dai prossimi giorni sarà impegnata nel verificare le condizioni degli spazi dedicati al verde, altra sua delega, per poter realizzare una programmazione degli interventi da effettuare.


A seguire è stata la volta della professoressa Giovanna Vigliena, assessore con delega a Viabilità urbana, Rapporti con Associazioni e Volontariato, Aree cittadine e Consigli di zona, Eventi e Spettacolo, Trasparenza atti amministrativi, UDA, Cultura, Rapporti con le periferie, Informa giovani e Politiche giovanili. Docente di lettere e molto attiva con laboratori ed iniziative per i giovani di aree particolarmente a rischio per la dispersione scolastica e per il difficile contesto socio culturale si è detta pronta a fare del suo meglio per Volla e i vollesi. “Sono sempre stata sensibile alle questioni legate all’ambito giovanile e sociale – ha dichiarato l’assessore Vigliena – e quindi le deleghe che mi sono state affidate sono molto attinenti al mio percorso formativo e a quelle che sono state le mie esperienze professionali ed umane”. Il neo assessore ha poi accennato anche alla delega alla Trasparenza: “…una delega molto importante e delicata per la quale inizieremo subito a lavorare per far sì che diventi un fiore all’occhiello della nostra amministrazione”. Infine le deleghe alla Cultura, Eventi e Spettacolo “…forse la parte più bella e creativa del mio impegno al servizio della città. Faremo un buon lavoro – ha concluso – confido molto in questo gruppo, siamo una bella squadra, ce la metteremo tutta e andrà bene”.


A seguire è stata poi la volta della dottoressa Angela Improta, porticese e certamente la più esuberante del gruppo, ma anche la più abituata ad affrontare una conferenza stampa essendo tuttora Direttore Pubblica tutela dell’Asl Na3 Sud. Per lei sono state riservate le deleghe ai Servizi Sociali e alla Persona, Politiche per l’Emigrazione, Politiche per la Famiglia, Trasporti di carattere sociale, Sport, Pari Opportunità, Cooperazione Internazionale e Gemellaggi. “Per il mio impegno professionale – ha esordito Improta – mi occupo di tutela dei più fragili. Oggi sono molto emozionata per questo incarico e ritrovo un entusiasmo incredibile. Ringrazio chi mi ha scelto perché l’assessorato che mi è stato affidato mi permetterà di impegnarmi con tematiche che fanno parte della mia vita e della mia esperienza professionale. La delega alle Politiche Sociali si occupa del ‘dolore’, del disagio, si occupa delle persone che non dobbiamo mai dimenticare, soprattutto in questo periodo di Covid”. Il primo impegno dell’assessore sarà, come dichiarato, capire quali sono gli effettivi bisogni della città di Volla, “esattamente i dati che non abbiamo trovato: l’indice di povertà, l’indice di dipendenza e tutta una serie di dati che riguardano il disagio della ‘nostra’ Volla”.


Il quarto assessore nominato da Di Costanzo, che si occuperà di Bilancio e Finanza, Gestione Amministrativa del Patrimonio, Affari Legali, Politiche Abitative e dismissioni immobili, è la dottoressa Claudia Riccardi, avvocato, dal 2018 presso il Tribunale di Santa Maria di Capua Vetere, sezione misure di prevenzione.

“Tra le mie deleghe certamente la principale e quella al Bilancio ed alle Finanza che certamente sarà una ‘bella gatta da pelare’, nel senso che, come tutti gli Enti locali, anche il Comune di Volla si trova in una situazione di risorse alquanto ridotte. Cercheremo, lavorando in squadra, di poter accedere ad una serie di finanziamenti che sono stati previsti sia a livello nazionale che regionale, nonché dalla Comunità Europea, proprio perché grazie a questi fondi sarà possibile realizzare quelli che erano gli obiettivi politici presentati in campagna elettorale”. L’assessore Riccardi ha poi parlato anche delle altre deleghe che saranno fondamentali soprattutto “…in un’ottica di riduzione della spesa pubblica, cercando inoltre di investire sul patrimonio comunale per una opportuna valorizzazione dello stesso”. Una cittadina vollese al servizio del suo paese, così si è definita l’assessore Riccardi che ha concluso dicendo: “Il Bilancio è il manifesto attraverso il quale l’Amministrazione comunale mostra ai cittadini qual è il reale progetto politico. Il mio compito sarà soprattutto quello di coordinare tutti i vari assessorati affinché le poche risorse disponibili possano essere utilizzate al meglio”.


“Dulcis in fundo”, la parola è passata a Giuseppe D’Addato, ingegnere, già provveditore alle opere pubbliche interregionale (quattro regioni). Per lui le deleghe ai Lavori Pubblici, Attività Produttive, Digitalizzazione, Manutenzione del Patrimonio (settore edifici), uffici SUAP e Commercio, Innovazione e Competitività, Efficientamento energetico, PNRR, Rivoluzione verde e Transizione ecologica, Pubblica illuminazione e fogne, Finanziamenti europei e Coesione territoriale.

“Mi sono sempre occupato – ha dichiarato il neo assessore – di opere pubbliche, caserme, tribunali ed edifici pubblici in genere, questa è la mia materia”. Poi è intervenuta la concretezza del tecnico, con la quale l’ing. ha afferrato a due mani la realtà vollese, quella che sta approfondendo in questi giorni, ed ha aggiunto: “Speriamo di poter fare qualcosa. Chiaramente le opere pubbliche sono una necessità molto sentita da parte dei cittadini, i quali mettono in campo tutte le loro necessità, tutte le loro lamentele, tutte le loro priorità. Voi però sapete benissimo che le opere si fanno quando ci sono i finanziamenti, perché senza non si può fare nulla, soprattutto in un’amministrazione dove il personale scarseggia. Personalmente mi sono già recato a conoscere l’Ufficio Tecnico e onestamente qualche difficoltà c’è”. L’assessore ha assicurato che qualche opera in corso d’opera sarà sicuramente portata a termine, ma poi ha aggiunto: “Oltre ai finanziamenti, e sicuramente con il PNRR qualcosa si potrà ottenere, ma anche finanziamenti dalla Regione, dallo Stato, serve la materia prima per metterli in pratica, i desideri devono essere tramutati in realtà. E la realtà, nel nostro caso, è il personale che ci lavora, senza quello non possiamo andare avanti. Vediamo un po’, con l’aiuto del sindaco, con l’aiuto delle forze politiche di poter affrontare questo sforzo e giungere ad un risultato che guardi al benessere di tutti i cittadini. Noi ce la mettiamo tutta, poi faremo un bilancio da qui ad un anno, un anno e mezzo”.


Infine, a tutti gli effetti “assessore” di questa Giunta, il sindaco Giuliano Di Costanzo ha tenuto per sé, “vedremo se pro tempore o definitivamente”, le deleghe a Urbanistica, CAAN, Servizi cimiteriali, Edilizia privata, Personale e Polizia Municipale, Tributi, Ambiente ed Ecologia, Igiene e Sanità.

Il ruolo di vice Di Costanzo è stato assegnato alla dottoressa Improta.

Tanto entusiasmo e qualche preoccupazione, dunque, per una squadra amministrativa che già nelle prime 24 ore dalla nomina si è messa al lavoro con sopralluoghi e verifiche del lavoro che li aspetta.

Proprio sulla questione della carenza di diverse figure, anche apicali, nella pianta organica comunale, il primo cittadino si è detto pronto a percorrere tutte le strade possibili per alleggerire questo che è uno storico handicap per la macchina comunale: “Ci stiamo già muovendo in questo senso, l’ultima possibilità è quella dei concorsi che richiede tempo ed è sempre condizionata dal bilancio comunale. Abbiamo figure scoperte in diversi settori e ci stiamo interfacciando anche con i consiglieri regionali per avere qualche consiglio e provare a trovare la migliore soluzione per il nostro Comune. In ogni caso sarà una delle prime cose a cui metteremo mano”.

Il sindaco ha infine ringraziato tutti i componenti della sua squadra sottolineando che adesso però bisognerà concretizzare quanto si è detto. “Penso che ci siano tutti i presupposti, sappiamo che è veramente molto difficile perché confrontarsi con la realtà è poi completamente diverso da quello che si dice teoricamente, però sono fiducioso che potremo dare un grande apporto alla nostra comunità”.

Con il bel motto “Volla rinasce, riparte, migliora”, seguito da uno “…speriamo bene”, che forse ha tolto qualcosa al rinasce, riparte e migliora, si è conclusa la conferenza stampa di presentazione dell’esecutivo cittadino. Non ci resta, ora, che ripetere: speriamo bene…

Gennaro Cirillo