Parla di primo Consiglio Comunale “ingarbugliato” Lino Donato, neo vicepresidente dell’assise cittadina a Volla.

“Al primo consiglio di solito c’è la nomina dei consiglieri, della surroga di quelli chiamati a ricoprire il ruolo di assessore, poi c’è il giuramento del sindaco e la votazione del presidente e del vicepresidente del Consiglio e ancora della commissione elettorale e di altre cose stando alla norma e allo statuto. Oggi – ha dichiarato Donato – l’amministrazione Di Costanzo inizia la sua era con un primo Consiglio Comunale ingarbugliato che ha dimostrato i limiti e le incapacità di questa improbabile maggioranza”.


Anche il consigliere Donato si sofferma sui punti all’ordine del giorno, presentati e poi rinviati o ritirati a causa di evidenti vizi di procedura: “Hanno proposto 8 punti all’ordine del giorno, ma il 5 e il 7 sono stati, uno costretti a votarlo per il rinvio, mentre l’altro ritirato sotto indicazione dell’opposizione”.

Quindi, come dire: “Buona la prima?”

“Non penso sia andata bene la prima – conclude Lino Donato – perché presentarsi alla prima pubblica Adunanza e non è avere tutti gli atti e le delibere di consiglio a posto, non è un bel vedere”.

Per dovere di cronaca riportiamo l’elezione a presidente del Consiglio Comunale di Francesco Molisso, mentre come vicepresidente, dalle fila della minoranza, è stato eletto, appunto, il consigliere Donato che aveva aperto i lavori in qualità di “consigliere anziano”. Capogruppo di Intesa per Volla il candidato sindaco Ivan Aprea.

Ivan di Napoli