Una panchina rossa, nella villa comunale di Sorrento, in memoria di tutte le donne vittime di femminicidio. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale di Sorrento, in collaborazione con l’associazione Aurora Sorrentina. A scoprire la panchina sarà, domani 25 novembre, alle ore 16, il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola.

Per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, inoltre, alle ore 17, nella sala Torquato Tasso del Palazzo Comunale, sarà presentato il libro dal titolo “Là dove inizia l’orizzonte. Storie di orfani di femminicidio”, edito da Graus Edizioni con introduzione di Mara Carfagna e prefazione di Gianfranco Buffardi.


All’incontro, promosso in collaborazione con l’associazione Edela di Roma, alla presenza dell’autore, Carmine Ammirati, interverranno per il Piano sociale di zona ambito Napoli 33, Francesca Paola Scannapieco, coordinatrice del Centro Antiviolenza e Ilaria Apuzzo, assistente sociale del Centro Antiviolenza, moderate dal giornalista Antonino Siniscalchi.


Il volume è un omaggio che l’autore ha scritto e dedicato alla sua mamma che non c’è più, perché uccisa per mano di un uomo. Un figlio diventato, dal giorno dell’efferato crimine, un orfano di femminicidio. Il diario di bordo in un incedere in mare, senza una meta definita, intrapreso perché “era la cosa giusta”.

Un viaggio non solo nel presente, ma anche e soprattutto nel passato, evocato attraverso un monologo intimo e travolgente.