Un Napoli spettacolare demolisce la Lazio di Sarri con un grande 4-0 e una prestazione impeccabile di tutti i giocatori. Mertens davvero in forma smagliante, Insigne e Lozano presenti, Zielinski perno, Lobotka e Fabiàn Ruiz da dopati, Koulibaly saracinesca, Spalletti stratega. Le pagelle di questa partita straordinaria.

Ospina: 6,5

Fa sentire la sua presenza nei pochi momenti del bisogno: è ovvio che la Lazio non è venuta a giocare di difesa, ma di fronte agli assalti biancocelesti il colombiano c’è, specialmente sul siluro scagliato da Luis Alberto.

Di Lorenzo: 6,5

Si gioca di più sulla fascia di Mario Rui, ma DiLo c’è: nessun passaggio a vuoto neanche per lui e zero errori, pur venendo chiamato in causa poco.

 

Rrahmani: 6,5

A differenza di Koulibaly gioca di meno, ma ovviamente anche lui senza sbavature. Partita pulita del kosovaro, che continua a confermarsi da titolare nelle gerarchie di Spalletti.

Koulibaly: 7

Maestoso. Come al solito di fronte ai pochi squilli biancocelesti non si fa intimorire, forte della sua immensa stazza. Simbolica la scivolata nel finale che fa impazzire il pubblico del Maradona.




Mario Rui: 7

Onnipresente nella fase offensiva del Napoli, partecipa molto all’azione fornendo cross o talvolta tirando. Peccato per il tiro a giro provato proprio dal portoghese sul quale Reina ha messo i guantoni. Ottima partita comunque per Mario Rui.

 

Lobotka: 7,5

Tutto perfetto: in una serata perfetta splende anche Lobotka, che insieme a Fabiàn Ruiz compone una mediana da urlo e, se è vero, sbaglia 2-3 volte. Demme ha il posto a rischio anche senza Anguissa?




Ruiz: 8

Anche Fabiàn Ruiz impeccabile:  costituisce un punto importante della manovra azzurra, oltre a disegnare un altro spettacolo con il suo sinistro.

 

Zielinski: 7,5

Anche Zielinski meraviglioso: finalmente il polacco è tornato ai livelli della scorsa stagione dopo qualche partita buia. Ancora una volta si rende marcatore ed è perfetto nella manovra di Spalletti.

 

Lozano: 6,5

Da una parte possiamo dire di lui come una scorta inesauribile di energia, dall’altra tutto fumo. Per carità, bella partita del messicano, che però troppe volte si perde palla al piede sciupando la maggior parte delle occasioni.




Insigne: 7

Bene anche Insigne, molto partecipe nella fase offensiva, cosa che non si vedeva da diverse partite. Qualche volta cerca i suoi lampi di genio e sbaglia, ma tutto sommato bene anche Insigne.

 

Mertens: 10

DM10: Dries Mertens segna al minuto 10 e riceve un 10. Che dire del belga, doppietta e partita da urlo, sembra tornato ai bei vecchi tempi. E se dovesse essere sempre così, nulla da togliere ad Osimhen, il nigeriano non verrà rimpianto.

 





I subentrati

Ghoulam: senza voto

 

Malcuit: senza voto

 

 

 

Demme: senza voto

 

 

 

Elmas: 6

Non deve fare i salti mortali, come tutti gli altri entra a gara già decisa, tutto sommato non sbaglia nulla il macedone.

 

Petagna: 6

Entra per far rifiatare Mertens, partita tranquilla la sua, pochi squilli ma non sbaglia.

 





Spalletti: 10

Con la partita di ieri sera Spalletti dà un enorme segnale alle altre 6 sorelle (e il jolly Fiorentina): questo Napoli vuole lo scudetto e ne è all’altezza. Spalletti uno stratega, prepara la partita in maniera a dir poco perfetta e offusca il grande calcio di Sarri offrendo un gioco ancor più bello. Una delizia per gli occhi, il suo Napoli.

 

Orsato: 7

Spesso Orsato ha commesso dei “torti” al Napoli, ma ieri sera l’arbitro veneto non poteva nemmeno cambiare le sorti della partita, di fronte a un Napoli così. Conduzione corretta, cartellini giusti.

 

Giuseppe Garofalo