La Paganese esce vittoriosa dal derby contro la Juve Stabia, 3-1 il finale

La Juve Stabia resta ai margine della zona play off ma si deve anche guardare alle squadre che risalgono alle sue spalle

71

Una Paganese indomita e pugnace esce vittoriosa dal derby disputato al “Marcello Torre” contro la Juve Stabia, oggi poco convincente: 3-1 il risultato finale a favore della squadra di mister Grassadonia al termine di in match disputato su un terreno ai limiti della praticabilità.

Gli azzurro- stellati si sono adattati meglio alla situazione del campo fangoso, chiudendo il vantaggio il primo tempo sul 2-1 con i gol di Cretella e Guadagni, intervallati dalla rete su rigore di Bentivegna.


In entrambi le reti della Paganese la difesa stabiese non è immune da colpe. Nella ripresa la Juve Stabia serra i ranghi e accelera i ritmi, ma non riesce a concretizzare alcune occasioni, la Paganese trova quindi il gol del 3-1 in contropiede con Firenze al 36’, ben servito da Piovaccari, che mette il sigillo alla partita.

Per la Juve Stabia un brutto e rovinoso stop : questa è la seconda sconfitta della gestione Sottili, perdendo l’incontro per non averlo interpretato efficacemente. La Paganese torna al successo dopo quattro sconfitte di fila, dimostrando tanto coraggio e forza di volontà nonostante le tante assenze per infortunio e squalifiche. Nel prossimo turno le vespe giocheranno in casa contro il Potenza sabato pomeriggio, mentre la Paganese giocherà contro il Picerno.

La Juve Stabia ripresenta il 4-2-3-1 con cui ha battuto il Taranto la scorsa settimana: assente il solo Davi’ squalificato, al suo posto Altobelli a centrocampo.

La Paganese risponde con il 3-5-2 con il giovane Guadagni e l’esperto Piovaccari davanti. Tanti gli assenti in a casa azzurro stellata tra squalificati e infortunati, come Manarelli, Zito, Tissone, Smampato, Diop.Castaldo, Murolo, Perlingieri.

La partita

Match che si gioca sotto la pioggia incessante e su un campo alquanto pesante e a limiti della praticabilità, parte bene la Paganese che cerca di chiudere in difesa la Juve Stabia, al 4’ Viti in area stabiese sulla sinistra lascia partire un diagonale, neutralizzato dal portiere Sarri.

Al 16’ Juve Stabia vicino al gol: imbeccata centrale di Altobelli per Panico, che entra in area ospite, ma si fa ribattere la sua conclusione da Baiocco in uscita. Praticamente l’attaccante sbaglia un rigore in movimento.

La Juve Stabia si fa vedere di nuovo in attacco al 19’ su azione d’angolo dalla sinistra, ma la difesa locale sbroglia. Al 21’ è ancora Panico a farsi vedere in attacco, dal limite sinistro dell’area lascia parte un destro a giro con palla che si spegne di poco alta sulla traversa.

Dopo un inizio più a favore della Paganese, è la Juve Stabia che crea maggiori occasioni su un campo davvero pessimo, simili davvero ad un acquitrino .

Al 27’ gran punizione dal limite di Stoppa con palla di un niente alta all’incrocio destro della porta difesa da Baiocco.

Al 31’ vantaggio della Paganese: tiro da fuori area di Viti, Caldore respinge il tiro ma la palla si ferma in una pozzanghera in area , arriva Cretella e segna di destro.

Al 32’ rigore assegnato alla Juve Stabia per fallo su Eusepi da parte di Bianchi. Sul dischetto va lo stesso attaccante, ma che poi lascia a Bentivegna visto che la punta risente dell’infortunio accusato al naso sull’impatto precedente.

Al 35’ Bentivegna trasforma il rigore, su cui il portiere Baiocco riesce a respingere ma la palla sbatte sulla parte interna della traversa e supera poi la linea di porta.

Al 45’ raddoppio Paganese: palla in area per Volpicelli, Sarri indeciso non esce bene, cross al centro per Guadagni che insacca in area piccola, dopo aver anticipato Rizzo, anche in maniera leggermente fallosa. Alla fine del primo tempo la Paganese vince per 2-1, al termine di un match contraddistinto da veri errori causati anche dal terreno di gioco pesante.

Ad inizio ripresa la Juve Stabia comincia a prendere, mentre la Paganese cerca di sfruttare le ripartenze negli spazi lasciati dai difensori gialloblù.

All’8’ angolo dalla destra di Bentivegna, palla in area a Caldore che al volo sbaglia l’impatto con la palla e manda alto sulla traversa, sprecando un’occasione propizia.

Al 13’ Bentivegna prova ad insidiare la porta locale con un sinistro a sinistro con palla di poco alta.

Al 18’ Eusepi marca Panico in area ma il suo tiro è completamente sbagliato e va alto. Nella ripresa sono le vespe a fare la partita, la spinta della compagine di Sottili è incessante ma la retroguardia della Paganese fa buona guardia, su un campo rovinato.

Al 36’ gran contropiede in percussione centrale della Paganese con Piovaccari che serve l’accorrente Firenze, che batte ancora Sarri. Reazione della Juve Stabia ma senza efficacia.

Nel recupero la Juve Stabia trova il gol del 3-2 con Evacuo, ma viene annullato per presunto fallo sul portiere.

Il match termina sul 3-1 con i giocatori di casa che si abbracciano a fine gara, uscendo tra gli applausi del pubblico di casa . Per la Juve Stabia una sconfitta su cui riflettere.

La Juve Stabia resta ai margine della zona play off ma si deve anche guardare alle squadre che risalgono alle sue spalle.


Tabellino

Juve Stabia (4-2-3-1): Sarri 5; Donati 5 (45’ st Berardocco sv) Tonucci 5 Caldore 5 Rizzo 5; Scaccabarozzi 5 Altobelli 5; Bentivegna 6 (31’ st Evacuo 5) Stoppa 5 (18’ st Della Pietra 5) Panico 5 (45’ st Guarracino sv); Eusepi 5.5. All.: Sottili 5.

Paganese (3-5-2): Baiocco 6.5; Zanini 6 Schiavino 6 Bianchi 6; Sussi 6 Cretella 6.5 Volpicelli 6.5 (20’ st Vitiello 6) Firenze 7 Viti 6 (11’ st Schiavi 6) ; Guadagni 7 (37’ st Iannone sv) Piovaccari 6.5. All.: Grassadonia 7.

Arbitro: Longo di Paola 5.5. Guardalinee: Stringini-Valente. Quarto ufficiale: Collu.

Marcatori: 31’ pt Cretella (P), 35’ pt Bentivegna (rig.JS), 45’ pt Guadagni (P), 36’ st Firenze (P). Ammoniti: Viti (P), Schiavino (P), Tonucci (JS), Bianchi (P), Vitiello (P), Piovaccari (P).

Note: spettatori circa 600. Angoli 1-6. Recupero: 2’ pt- 4’ st. Ammonito mister Grassadonia (P) dalla panchina.

Domenico Ferraro