Economico non significa scadente: la riscoperta dei laminati

E se per molti il prezzo è sicuramente una importante leva decisionale, nel caso di questa tipologia di pavimenti risparmiare non significa rinunciare alla qualità e all'efficienza

Quando si parla di laminati c’è un aggettivo che viene sempre citato, ovvero economico, che però molti legano in senso negativo e pregiudiziale, a una qualità inferiore. E se per molti il prezzo è sicuramente una importante leva decisionale, nel caso di questa tipologia di pavimenti risparmiare non significa rinunciare alla qualità e all’efficienza, ma solo scegliere consapevolmente un prodotto dalle caratteristiche specifiche e valide.

Che cosa sono i laminati

Per anni considerato poco più di un’alternativa “povera” al parquet in legno, grazie ai progressi tecnologici oggi i pavimenti in laminato hanno una acquisito una propria dignità, e le gamme in commercio presso gli specialisti come www.iperceramica.it dimostrano l’alto standard qualitativo ed estetico raggiunto da questo materiale.

Dal punto di vista tecnico, si chiama laminato un manufatto di origine lignea, composto da più strati di fibra di legno ad alta densità unito a materiale plastico. È proprio questa combinazione tra strati differenti a rendere il prodotto economico, ma soprattutto resistente: per l’utente finale, il laminato assicura un pavimento che ha l’effetto visivo ed estetico del parquet, ma che non raggiunge il suo costo.

Le caratteristiche dei pavimenti laminati

Ma non è solo l’aspetto estetico che conta, soprattutto nella scelta di una pavimentazione per la casa, una componente di arredo sottoposta a notevoli sollecitazioni, su cui appoggia tutto il peso dell’arredo e che è continuamente calpestata dagli abitanti dell’abitazione.

È quindi utile sapere che i laminati non sono semplicemente economici e gradevoli all’aspetto, ma anche e soprattutto resistenti all’usura e alla mutazione cromatica fisiologica, e quindi i pavimenti così composti durano nel tempo e continuano a essere robusti e prestanti come la prima volta, assicurando un livello prestazionale anche superiore rispetto al classico e delicato parquet in legno puro.

I vantaggi di questo materiale

Un altro punto a favore dei pavimenti in laminato – sempre in contrapposizione al parquet classico – riguarda la manutenzione, perché questo materiale è facile da pulire e non servono interventi particolari, ma basta utilizzare i più diffusi prodotti per la casa senza timore di rovinarli, evitando solo l’uso di prodotti detergenti troppo aggressivi.

Scendendo ancora nei dettagli tecnici, uno dei punti di forza universalmente riconosciuti ai laminati è la estrema facilità di posa, al punto che chi è in possesso di una buona manualità può anche provvedere a una messa in opera fai da te, che garantisce ovviamente un ulteriore risparmio.

Si tratta di una posa flottante, cioè eseguita direttamente su massetti o pavimento preesistente – in questo secondo caso, il laminato diventa anche una soluzione di estrema rapidità e praticità in situazioni di ristrutturazioni nelle quali non si può o non si vuole demolire l’esistente. Grazie alle soluzioni con incastri a click senza adesivi, la posa è molto rapida e semplice e non comporta interventi troppo invasivi.

Le considerazioni sul colore

Tornando invece alle considerazioni estetiche, il laminato permette di optare su una grande vastità di colorazioni e finiture, che si adattano alle principali esigenze stilistiche: per evitare di sbagliare accostamento, però, ci sono opportune valutazioni da fare per scegliere il colore giusto del pavimento, rispettando gli stessi principi che valgono nella scelta di qualsiasi altro tipo di pavimento. Vale a dire, pensare a quale sarà lo stile dell’arredo – e in particolare dei mobili e dei complementi – come saranno tinteggiate le pareti, quali sono lo stile e i colori degli infissi, dei serramenti ed eventualmente dei tendaggi presenti, e prendere in considerazione anche l’eventuale presenza di terrazze o balconi, che possono rappresentare un elemento di continuità o discontinuità.

Un consiglio valido è di non scegliere mai il laminato senza avere un’idea chiara di quale sarà il risultato finale che si vuole ottenere: il rischio è di ritrovarsi con accostamenti poco armonici che non valorizzano i singoli elementi ma, al contrario, li appiattiscono e rendono l’insieme poco gradevole.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedentePaganese – Turris: Prevendita settore ospiti
SuccessivoOrasì Ravenna al Palamangano, è scontro al vertice del campionato di serie A2
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.