Raffa, Francesco Santoriello di Nocera Superiore è il miglior atleta italiano 2021

L'atleta: "Questa è una vittoria del Sud: la dedico alla mia società, l’Enrico Millo, a tutti gli amici che mi seguono e anche a me stesso per i sacrifici che ho fatto per arrivare fin qui"

39
Raffa, Francesco Santoriello di Nocera Superiore è il miglior atleta italiano 2021

Francesco Santoriello è il miglior atleta italiano 2021 della specialità Raffa. Il giocatore classe ’75 di Nocera Superiore, in forza alla Enrico Millo di Baronissi, infatti, è il vincitore della prima edizione del Master dei Campioni, l’innovativa manifestazione della Federazione Italiana Bocce che, tra il 9 e il 12 dicembre, presso la Bocciofila Boccaporco di Terni, ha visto competere, per quel che riguarda il maschile, i primi sedici della classifica generale degli atleti di categoria A.

Nella finalissima, che si è disputata domenica mattina, Santoriello ha battuto Alfonso Nanni della Boville Marino, con il punteggio di 7-3, ai tiri al pallino (i calci di rigore delle bocce), dopo il pareggio nei due set della partita (8-2 per Santoriello il primo e 8-5 per Nanni il secondo). Prima del successo, che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio, il giocatore campano aveva superato nei precedenti turni della competizione il Campione del Mondo, Gianluca Formicone, poi Luca Santucci e Giuliano Di Nicola.

“Ero inserito in un girone estremamente duro, ma è andata bene – ha commentato Francesco Santoriello. – Questa è una vittoria del Sud: la dedico alla mia società, l’Enrico Millo, a tutti gli amici che mi seguono e anche a me stesso per i sacrifici che ho fatto per arrivare fin qui. Sono emozionato, non ho mai vinto una manifestazione così bella”.


La vincitrice del Master femminile è stata invece la marchigiana Chiara Gasperini della Bocciofila Lucrezia.

Raffa, Francesco Santoriello di Nocera Superiore è il miglior atleta italiano 2021

La kermesse si è svolta con una peculiare formula, adottata per la prima volta in una manifestazione boccistica e caratterizzata dalla disputa degli incontri su un solo campo con doppio set agli otto punti (in caso di parità tiri al pallino) e, sul modello del tennis, con un turno a giornata per gli atleti in gara. Un sistema che ha consentito ai giocatori di mantenere un livello altissimo di gioco nel corso di tutto l’evento.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano