Grave incidente stradale nel tardo pomeriggio di ieri a Pellezzano, due giovani perdono la vita. Nicholas Galluzzi aveva diciotto anni e risiedeva alla frazione Coperchia, Ilaria Bove, invece, ne aveva appena quindici di anni ed era di Salerno. Sono caduti dallo scooter mentre percorrevano via Carlo De Iuliis andando a sbattere contro un palo. La tragedia si è consumata intorno alle 18,30.

Dramma nella tragedia quella del volontario del 118 arriva sul luogo di un incidente stradale, nel suo paese, a Pellezzano, per provare a rianimare la ragazza coinvolta. Si tratta della sorella, sulla quale prova in tutti i modi di praticare le manovre di rianimazione.

Ma per lei non ci sarà nulla da fare: muore, così come l’amico 18enne.

“Nessuna esperienza sul campo ti potrà preparare ad incrociare le mani sul torace del sangue del tuo sangue per iniziare a scaricare con tutta la forza, e con tutta la rabbia che hai in corpo”, scrive oggi su un social il fratello-soccorritore. “Scusa, ci ho provato… Perdonami, ovunque tu sia”.


Il primo cittadino di Pellezzano, Francesco Morra, ha postato le sue parole di cordoglio sulla sua pagina social. «Nessuno mai – scrive Morra – avrebbe voluto e immaginato un inizio di anno così tragico”. Alle famiglie dei due giovani, aggiunge: “…va tutta la vicinanza e la solidarietà per il grave lutto subito. L’intera comunità è rimasta scioccata da quanto accaduto, rivolgendo alle famiglie tutto l’affetto e la vicinanza”.

Anche la sezione dell’Avis di Pellezzano ha voluto esprimere cordoglio per la triste notizia, soprattutto al fratello di Ilaria che è proprio un volontario dell’Avis. “Il consiglio direttivo ed i volontari tutti si stringono con affetto al volontario Francesco Bove per l’immane tragedia della cara sorella e del fidanzato”.