In città prosegue irrefrenabile l’aumento dei contagi da Covid-19. In soli quattro giorni, dal 30 dicembre al 2 gennaio, le persone positive sono passate dalle 243, del 29 dicembre, alle 354 del bollettino del 2 gennaio. Un dato decisamente allarmante che denota come anche nella cittadina vesuviana il contagio sta dilagando.



Suscita allarme anche il tasso di incidenza dei nuovi positivi a sette giorni per centomila abitanti, che nella settimana dal 27 dicembre al 2 gennaio è letteralmente schizzato a 926,30 contagiati,  la precedente settimana era a 246,28; analogo balzo si è registrato anche nel dato regionale che è pari a 1.085,49 contagiati, mentre la settimana precedente era a 349,48. Per rendere l’idea, basti pensare che appena un mese fa il tasso di incidenza, che comunque era considerato preoccupante, in città era appena a 91,89.



Il tasso di incidenza si calcola sommando i positivi riscontrati in una settimana. Questo dato va diviso per il numero degli abitanti del comune che si sta analizzando e il risultato moltiplicato per 100.000. Non si tratta di una percentuale, ma di un dato ben diverso: appunto il totale dei contagiati in 7 giorni ogni 100mila abitanti.

Noi continuiamo a correggere i comunicati del Comune che parla di “percentuale” quando indica l’incidenza. In questa occasione siamo intervenuti anche sulla data del bollettino che era errata. 





Situazione vaccini

Fino al 30 dicembre sono 18.891 i cittadini ai quali è stata inoculata la prima dose di vaccino (79% della popolazione), 15.951 quelli a cui è stata inoculata la seconda dose (67% della popolazione), e 4.570 quelli a cui è stata inoculata la terza dose (19% della popolazione).