Le Regioni stanno lavorando da una nuova proposta per le scuole e per le regole da seguire in caso di contagio nelle classi. Oggi l’incontro tra i governatori che discuteranno l’eventuale proposta da portare al governo.



Al momento ecco i paletti che le regioni stanno provando a mettere per un rientro in classe con qualche sicurezza in più:

  • Alle elementari e in prima media, con 4 o più contagi in classe, è prevista una settimana di Dad e la quarantena per tutti gli alunni della classe, oltre al tampone che sarà necessario solo per i non vaccinati, se quelli con copertura vaccinale non hanno sintomi.
  • Sotto questa soglia è prevista l’autosorveglianza per tutti e la raccomandazione di indossare la mascherina Ffp2, oltre a quella di astenersi dalla frequentazione di ambienti differenti da quelli familiari.



La raccomandazione “razionale” delle Regioni è quella di prevedere questa misura in vista di una copertura vaccinale alta, almeno il 70%, con contatti a basso rischio e di tenere conto dell’andamento epidemiologico e in particolare della variante Omicron.

Intanto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, continua sulla linea della chiusura per almeno 2/3 settimane, una chiusura preventiva per vaccinare quanti più alunni possibili. In un’intervista rilasciata alla Stampa, De Luca ha detto: “Il governo sta perdendo tempo con le mezze misure, se non posticipa il rientro in classe di due, tre settimane, almeno per primarie e medie, nella mia regione farò da solo“.