Cinque milioni di euro, per le spese di progettazione esecutiva e la realizzazione di quattro opere pubbliche. Sono i numeri relativi al finanziamento, richiesto ed ottenuto dal Comune di Sorrento, al ministero dell’Economia e delle Finanze e a quello delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

Gli interventi riguardano il primo lotto per la riqualificazione del percorso pedonale retrostante gli stabilimenti balneari della spiaggia di San Francesco (€ 2.000.000,00); il recupero e la valorizzazione dei resti archeologici nell’area di piazza Andrea Veniero (€ 1.700.000,00); la riqualificazione del parco Henrik Ibsen (€ 800.000,00); il primo lotto per il recupero funzionale dell’edificio adiacente il Centro per la Terza età (€ 500.000,00).

“La prima opera riguarda la spiaggia di San Francesco, e garantirà il ripristino alla fruizione pubblica del percorso pedonale e carrabile, limitato a piccoli veicoli tecnici a trazione elettrica, per il collegamento tra il porto di Marina Piccola ed il sito archeologico dei ninfei e delle peschiere – spiega il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola – L’intervento su piazza Andrea Veniero si concretizza nella realizzazione di un piccolo parco archeologico ipogeo che consenta a residenti e visitatori di scoprire l’antica Sorrento, come si è preservata nei secoli sotto il piano della attuale viabilità cittadina. Ancora, per il parco urbano Henrik Ibsen, l’obiettivo è consentire di farlo ritornare ad essere un luogo per la cultura, con mostre e spettacoli ed un punto di aggregazione soprattutto per i bambini.

Infine, la riqualificazione e la valorizzazione della palazzina comunale adiacente il Centro polifunzionale per gli anziani, costituisce un importante intervento di rigenerazione urbana e di restauro del patrimonio pubblico, con particolare riferimento alla valenza delle retrostanti Antiche Mura Vicereali. Un sito che rientra in un più ampio progetto di restauro del patrimonio storico della città voluto dalla nostra amministrazione comunale, in chiave di sviluppo turistico e culturale”.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCovid, Napoli: “Situazione mai tanto grave, si rischia il codice nero”
SuccessivoIl Napoli si batte con onore: il pareggio contro la Juve che sta strettissimo
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.