Inizia dalla Sampdoria il 2022 casalingo del Napoli, impegnato per la 21° giornata di Serie A per ottenere altri tre punti importanti, magari con l’ausilio della Roma, che giocherà contro la Juventus e ha tutti i mezzi per centrare la vittoria.

Domani contro i blucerchiati il Napoli sarà ancora poco assortito, causa i contagi da Covid e la Coppa d’Africa ma dal buio si apre un grande spiraglio di sole: la vittoria con la Juventus è stata un’iniezione di fiducia enorme, in più c’è fermento per vedere all’opera Axel Tuanzebe, che è arrivato in prestito secco nella formazione azzurra.



Magari non da titolare, ma Domenichini potrebbe già fargli mettere nelle gambe una buona mezz’oretta, anche per far rifiatare Juan Jesus e Rrahmani, nell’ultimo mese chiamati a lavoro senza sosta per tamponare di fronte all’assenza di Koulibaly. Non è da escludere l’ipotesi che possa essere adattato sulla fascia sinistra al posto di Ghoulam.

Stamattina si è riunito un nuovo Consiglio di Lega straordinario, che ha seriamente pensato di far giocare le partite di domani a porte chiuse: domani la capienza rimarrà del 50%, con i tifosi disposti a scacchiera, mentre i due turni successivi vedranno la presenza di soli 5mila spettatori sulle gradinate. Insomma, vista la quarta ondata e i contagi che crescono in maniera spaventosa, poteva andare peggio per i tifosi.



Ma passiamo ora alle probabili formazioni di domani: stesso modulo per il Napoli, stessi interpreti della gara con la Juventus, con Ospina in porta e la difesa che il giorno dell’Epifania ha retto ai bianconeri. Abbiamo parlato prima di Tuanzebe, che con molte probabilità verrà gettato nella mischia nel secondo tempo, da capire solamente se come centrale o sull’out sinistro. In mediana nuovamente Demme e Lobotka, mentre Politano ed Insigne sulla trequarti alle spalle di Mertens, dovranno fare a meno di Piotr Zielinski risultato positivo al Covid, in seguito al giro di tamponi effettuato questo pomeriggio al gruppo squadra.

Il centrocampista polacco era stato fermato Dall’ASL 2 di Napoli prima del match contro la Juventus ma era poi sceso in campo vista la negatività. Come specificato dal Napoli, il calciatore, regolarmente vaccinato, ha rispettato rigidamente nei giorni scorsi il protocollo medico relativo a tutti i comportamenti da adottare per evitare la diffusione del virus. Piotr è asintomatico e osserverà il periodo di isolamento presso il proprio domicilio.




D’Aversa conferma il suo 4-4-2 che nel girone d’andata non ha dato i migliori frutti alla Samp, quindicesima con soli 20 punti ottenuti. Fra i pali c’è Audero, mentre la difesa dovrebbe essere composta da Dragusin, Ferrari, Chabot e Augello. A centrocampo Askildsen, Ekdal, Rincon e Thorsby, mentre a completare l’undici l’insidioso duo Gabbiadini (ex)-Caputo.

E ora il Napoli ha un’altra grande occasione per mettere in tasca punti importanti: di certo un terzo boccone amaro dopo Empoli e Spezia comincerebbe a far storcere il naso anche a chi fino ad ora ha sempre lodato il lavoro fatto da Spalletti. Insomma, non sono più ammesse brutte figure. Domani il Napoli deve vincere.

Giuseppe Garofalo