Servizio alto impatto a Torre Annunziata da parte dei Carabinieri della locale Compagnia che insieme ai militari del reggimento Campania hanno setacciato i quartieri “quadrilatero delle carceri” e “Torre centrale”. Identificate 66 persone e controllati 25 veicoli.

I Carabinieri, monitorati dall’alto dal Nucleo Elicotteristi, hanno perquisito diverse abitazioni ed ispezionato alcune aree all’apparenza abbandonate ma facilmente raggiungibili dalle vicine abitazioni.

Proprio in uno di questi luoghi spesso utilizzati come nascondiglio, i Carabinieri a via plinio hanno rinvenuto e sequestrato 2 pistole. Le armi – una beretta semiautomatica modello 34 calibro corto e 1 semiautomatica “Cirvena Zastava” modello 99 compact” calibro 9 – erano cariche, pronte all’uso e con la matricola abrasa. Sequestrati anche diversi proiettili e droga: 9 munizioni calibro 9 e 203 grammi di marijuana. Lo stupefacente era nascosto in una busta.

Due pistole sono state scovate dai carabinieri in un’area abbandonata nei pressi del rione Penniniello a Torre Annunziata, proprio nel giorno in cui la città ricordava i quarant’anni dall’uccisione del maresciallo Luigi D’Alessio e della studentessa 16enne Rosa Visone, ammazzati da alcuni camorristi in uno scontro a fuoco ad un posto di blocco l’8 gennaio 1982.

Le armi saranno sottoposte ad accertamenti tecnici e balistici per verificare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o in altri delitti.