“Con l’ordinanza che disponeva la chiusura delle scuole De Luca ha ottenuto due soli effetti: totale confusione in un momento nel quale servono stabilità ed equilibrio, e visibilità massina, che era l’unico risultato al quale forse il governatore della Campania ambiva”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino. “Consapevole in partenza dell’illegittimità della sua azione, De Luca è andato avanti, guadagnandosi l’ennesimo pretesto per attaccare il governo nazionale quando la curva dei contagi avrebbe raggiunto il suo picco.

Risultato: un fumo denso di polemiche che non servirà a coprire le mancanze di questa amministrazione regionale, che a due anni dall’inizio dell’emergenza non è stato capace di potenziare il sistema sanitario, nonostante oltre 100 milioni di euro investiti in Campania già dal governo Conte bis.

Prova ne sono, tra i notevoli disagi, le file di ambulanze davanti agli ospedali e l’assurda decisione di sospendere le prestazioni ospedaliere non urgenti. Uno scenario già visto – conclude Iovino – peccato solo che da allora siano trascorsi due anni e decine di milioni di fondi pubblici che non sono stati investiti per potenziare reparti o per aprirne di nuovi, né per arruolare nuovo personale sanitario”.