Ancora per qualche giorno, nella seicentesca Chiesa di San Potito, nei pressi del MANN, è possibile visitare la mostra “Claude Monet: the Immersive Experience” che, grazie al successo riscosso, resta nel capoluogo partenopeo fino al 31 gennaio 2022.

Digitale e innovativo, il coloratissimo percorso espositivo catapulta il pubblico negli straordinari universi di luce, talvolta fioca e talvolta accecante, che hanno reso celebri il genio di Claude Monet e le sue opere.




L’esposizione site specific, a cura della società di Bruxelles “Exhibition Hub”, trasforma l’intero spazio museale della chiesa, posta sulla collina della Costagliola, in un’esperienza molteplice, in cui l’opera si confronta con il suo progetto.

Il percorso multimediale si apre, agli occhi dello spettatore, attraverso il susseguirsi di corpose ma delicatissime pennellate proiettate a 360 gradi, su più di 1000 metri quadri di schermi; e più di 300 dipinti lo accompagnano nei luoghi che raccontano dei numerosi viaggi e del mondo del grande pittore francese.

Rouen, e la sua cattedrale dipinta in più di 40 opere che ne raffigurano l’edificio dalle sue diverse angolazioni, che sembrano inseguire la luce e i suoi mutamenti sulle sue pietre medioevali e nelle diverse ore del giorno. O ancora il giardino di Giverny, che lo stesso artista, appassionato orticoltore, volle realizzare, deviando il corso dell’Epte, un affluente della Senna perché gli “deliziasse gli occhi e che provvedesse a fornirgli soggetti da dipingere”.



Pareti, soffitto e pavimenti si trasformano come per magia in verdeggianti salici piangenti, onirici viali di rose e solitari ponticelli giapponesi; monumentali ninfee, glicini dai colori evanescenti e una natura ritratta in ogni suo più sfuggente attimo.

Si “passeggia” tra i vapori del treno nella stazione di Saint-Lazare, nel campo di papaveri, sulle note del compositore belga Michelino Bisceglia.

Un connubio tra arte e tecnologia che permette di approfondire la conoscenza della vita di Monet, delle sue opere e anche della sua rivoluzionaria tecnica pittorica. L’ultima sala è dedicata ai workshop, e permette a piccoli e grandi di “creare” oggetti ispirandosi ai toni e ai paesaggi del grande artista, da portare con sé in ricordo della bellissima esperienza.

Fortemente coinvolgente, il percorso sensoriale è da seguire tutto d’un fiato. Completamente immersi nell’arte. Se ancora non avete visitato la mostra, ve la consigliamo. Una proposta incredibile. Fuori dall’ordinario e “dentro un quadro”.

MONET THE IMMERSIVE EXPERIENCE GIORNI E ORARI

The Immersive Experience, a cura della Exhibition Hub, è visitabile fino al 31 gennaio 2022

Dove: Chiesa di San Potito, Via Salvatore Tommasi 1 Napoli.

Orari: 10:00 – 20:00 (la biglietteria chiude alle ore 19:00) – Giorno di chiusura: mercoledi,

Prezzo biglietto : intero 12,00, ridotto 07,00; supplemento di 2 euro per l’esperienza VR,

Info e contatti : Tel +39 351 540 268, Facebook @monetexperiencenapoli

È necessario esibire il Green Pass per accedere alla mostra.

Ornella Scannapieco