Consorzio Volley Napoli prosegue regolarmente l’attività

Elsa D'Oronzo: "Abbiamo avuto la fortuna di allenarci senza sosta rispettando i protocolli imposti dalla federazione"

13

La sospensione di tutti i campionati regionali fino a fine gennaio da parte della Fipav per la costante diffusione del contagio da Covid-19 ha costretto le squadre a rivedere i propri programmi di ripresa dopo la già lunga sosta natalizia.

In casa Consorzio Volley Napoli prosegue regolarmente l’attività in attesa della ripresa di tutti i campionati e questa lunga sosta è stata utile per focalizzare meglio l’attenzione anche sul settore giovanile, fiore all’occhiello del Consorzio Volley.




Tra le atlete più promettenti del sodalizio napoletano c’è sicuramente Elsa D’Oronzo, giovanissima palleggiatrice classe 2007 ma già una “veterana” considerando che questo è il suo quinto anno di attività pallavolistica.

Perno sia dell’under 16 che dell’under 18, Elsa è la “regista” del futuro del Consorzio Volley ma la giovanissima atleta napoletana pensa solo ad allenarsi ed a crescere in un momento così particolare.



“E’ un periodo particolarmente delicato che ci sta mettendo a dura prova in tutti gli ambiti della nostra vita: scuola, sport e rapporti sociali. Abbiamo avuto la fortuna di allenarci senza sosta rispettando i protocolli imposti dalla federazione. Siamo un gruppo affiatato, ci stiamo conoscendo sempre di più e questo ci aiuta a crescere individualmente e come squadra- racconta Elsa, emozionata.

“Il nostro allenatore (Alessandro Maione, ndr.) è sempre molto esigente, sa motivarci con la giusta dose di rigidità e simpatia e ci è sempre molto vicino nel nostro percorso di crescita sportiva e personale. Il nostro obbiettivo è quello di disputare un buon campionato. Siamo una squadra formata da giovani atlete che come me, grazie alla fiducia del mister, hanno avuto la possibilità di giocare con l’U18 e U19. Il mio augurio è di poter vivere un anno di sport pieno di divertimento ed emozioni, portando avanti un messaggio importante: essere donne vincenti”.