Lo Zitromax a ruba in Italia. Aifa: “Contro il Covid gli antibiotici sono inutili”

L'Azitromicina è tutti gli antibiotici “Non sono efficaci per nessuna infezione virale, inclusa l’influenza stagionale”. Bassetti ha sottolineato che il farmaco è inutile contro i virus e quindi contro il Covid

192

In queste ultime ore sono letteralmente sparite dagli scaffali della farmacie le scatole di Zitromax, uno degli antibiotici più diffusi e utilizzati in Italia.

E proprio su questa corsa all’Azitromicina, principio attivo del farmaco più ricercato in Italia, è arrivato il parere dell’Agenzia Italiana del Farmaco, precisando che, in via generale, gli antibiotici Non sono efficaci per nessuna infezione virale, inclusa l’influenza stagionale”.



Covid e antibiotico, Aifa: “Non sono efficaci per nessuna infezione virale”

Attraverso questa sua comunicazione, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha sciolto ogni dubbio, circa l’impiego di questo medicinale e ne ha scoraggiato il suo utilizzo nel trattamento del Covid-19:

“Nessun antibiotico, in generale, è approvato, né tantomeno raccomandato per il trattamento del Covid. Come ampiamente dimostrato da numerosi e ben condotti studi clinici pubblicati sulle migliori riviste internazionali – continua la comunicazione – non vi è alcuna evidenza che l’utilizzo dell’Azitromicina abbia un effetto protettivo sulla evoluzione di Covid, né in termini di riduzione della trasmissione, né dei tempi di guarigione, o della mortalità”.

Sempre nel comunicato, l’Aifa ha richiamato tutti quanti alla responsabilità, consigliando “di usare le terapie antibiotiche solo ove indicate. Utilizzare gli antibiotici con attenzione e prudenza deve essere un impegno e un dovere per tutti, dai professionisti sanitari alla popolazione generale, come principale arma di contrasto al problema della resistenza agli antibiotici che rappresenta, anch’essa oltre al Covid, una delle sfide principali a livello globale sia per la sanità che per l’ecosistema in generale”.




Antibiotico contro il Covid?, Bassetti: “Azitromicina non serve nella cura del virus”

Sull’argomento è intervenuto anche l’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti e sull’impiego del farmaco prodotto anch’esso dalla Pfizer ha affermato: “Lo Zitromax è esaurito perché è il farmaco prescritto da molti medici e richiesto dai pazienti contro il Covid. La domanda è: serve Azitromicina nella cura del Covid? C’è un dato o uno studio che indica che serve a qualcosa? Che fa guarire prima? Che riduce gli accessi in ospedale? Nulla di tutto questo.

Azitromicina è un antibiotico antibatterico che serve nella terapia di alcune infezioni batteriche, ma non serve a nulla nella cura del Covid. Nelle infezioni virali come il Covid gli antibiotici non devono essere utilizzati, salvo in alcuni casi molto selezionati (meno del 2% del totale)”.