Denunciato per aver esultato alla morte di Sassoli. Ora ricoverato con sintomi Covid

Ugo Fuoco, un quarantenne della provincia di Napoli, su diversi canali social aveva pubblicato numerosi "No Vax" secondo i quali l'onorevole sarebbe morto a causa del vaccino. Ieri un post con una foto su un letto di ospedale e con l'ossigeno

128

E’ stato denunciato dalla Polizia Postale della Campania, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, Ugo Fuoco, un quarantenne della provincia di Napoli. L’accusa di essere l’autore di uno dei messaggi lesivi della memoria dell’ex presidente del Parlamento Europeo, Davide Sassoli, comparsi nella rete. Su diversi canali Telegram, profili Facebook e Twitter (con l’hashtag #nessunacorrelazione) è stata riscontrata la pubblicazione di numerosi messaggi d’odio, inspirati da teorie complottiste “No Vax” secondo le quali l’onorevole sarebbe morto a causa del vaccino.




Gli agenti della Postale hanno anche eseguito una perquisizione informatica nel corso della quale sono state rinvenute tracce del messaggio d’odio.

Uno dei messaggi dal contenuto particolarmente sprezzante e lesivo della memoria del defunto Presidente del Parlamento Europeo, ripreso anche dai principali organi di stampa e diventato virale in rete, è emerso quello pubblicato dall’account “Ugo Fuoco” nel quale si affermava che: “ogni tanto una buonissima notizia. Se ne va mr. ‘Il green pass non è discriminatorio’ Sassoli. Adesso venitevi a prendere gli altri, grazie“.

In particolare su Telegram, attraverso il canale “Ugo Fuoco – Stop dittatura”, che oggi conta oltre 36mila iscritti, il 22 ottobre scorso, l’uomo parlava di “finta pandemia“, mentre il primo gennaio scorso dichiarava che “il Covid non esiste“.



Tra i contenuti pubblicati, anche gli interventi alla Camera di Mariano Amici, il medico di Ardea radiato dall’albo, che vantava e vanta di aver salvato tutti i suoi pazienti con le “cure domiciliari precoci”. Amici, in quell’occasione, era stato ospite della deputata Sara Cunial, ex 5 Stelle e ora a capo del movimento negazionista R2020 insieme Davide Barillari, anch’egli ex esponente pentastellato e consigliere regionale del Lazio.

Fuoco commentava la pubblicazione dicendo: “L’impeccabile intervento del Dottor Mariano Amici alla Camera dei Deputati. Non ne sbaglia una i l virus non è stato isolato“.

L’uomo in passato è già stato denunciato per inosservanza delle misure sanitarie in materia di Covid.

Ma il Covid che a detta di Fuoco non sarebbe mai esistito, ha fatto comunque il suo corso.



A dicembre, Ugo Fuoco aveva annunciato orgoglioso di non essersi vaccinato. Poi da Capodanno, il 40enne napoletano ha accusato febbre e difficoltà respiratorie, senza mai ammettere di avere il Covid. Nei giorni scorsi Ugo Fuoco aveva annunciato in un video agli iscritti al canale Telegram di avere i sintomi tipici della malattia causata dal Sars-CoV-2: “Da 11 giorni sono a letto con febbre altissima e tosse, non riesco a parlare senza tossire. Sono a riposo forzato, mi scoppia la testa e sto attendendo di migliorare un po’ per tornare a fare ciò che faccio regolarmente qui».

Ieri, poi, il 40enne ha pubblicato su Facebook un post con una foto in cui appare disteso su un letto di ospedale e con una maschera per l’ossigeno.

Reazione prevedibile quella degli utenti dei vari canali social e del web che nelle ultime ore hanno attaccato e insultato Ugo Fuoco proprio a commento della foto postata.