Il sogno Australian Open di Berrettini continua ancora: dopo più di 2 ore al termine di una grande gara l’italiano batte Carreno Busta in tre set e si qualifica ai quarti di finale.

Berrettini vince con il risultato di 7-5 7-6 6-4, incontrando diversi pericoli ma sventandoli, questo perché è stata giocata una partita paziente e attendista, con un temperamento e un esperienza da campione che hanno prevalso su un Carreno Busta acceso solo nel primo set, poi in evidente calo.

Dopo i primi tre game la gara sembrava essere piuttosto in salita per Berrettini, che non riesce a bucare l’inscalfibile servizio di Carreno Busta: ci riuscirà poi sul 5-5, anche con un pizzico di fortuna e l’ausilio per due volte del nastro, che permette a Berrettini di prendere il break e andare poi a servire e a vincere il set: 7-5.



L’ottimismo schizza subito alle stelle nel team Santopadre, vista la grande qualità e intensità della partita dello spagnolo fino a quel momento.

Nel secondo set Carreno Busta resta ovviamente attento, ma si vede che è piano piano in fase calante: il set è arrivato al tiebreak non per una grande opposizione della testa di serie 19, ma più che altro per tantissimi errori di Berrettini, che più volte ha delle concretissime chance di prendere il break, ma sciupa troppo, vedi il gran dritto scagliato sulla rete e i troppi slice di rovescio eseguiti male, o anche le tre palle break sprecate tutte clamorosamente.

Berrettini nel secondo set non può quindi fare altro che affidarsi ad un ottimo servizio (stasera per l’italiano ben 28 ace contro i 2 di Carreno), per arrivare a giocarsi il tiebreak: con due minibreak Berrettini dilaga, poi rischia un po’, ma si porta a casa il secondo set con il risultato di 7-4 al tiebreak.



Nel terzo set si vede un Carreno Busta che ha speso troppe energie fisiche, oltre che psicologiche. Berrettini anche qui ha tantissime chance di prendere il break, ma ci riuscirà solo alla fine, dove con una rimonta perfetta al primo match point non sbaglia e si porta ai quarti di finale.

Incontrerà il francese Gael Monfils, che ha battuto Kecmanovic quasi con lo stesso risultato: vittoria 7-5 7-6 (e anche 7-4 al tiebreak) 6-3. Un game in meno. Ma prima di pensare all’interessantissima sfida contro il francese, è tempo di tifare per Sinner, che stanotte alle ore 3:00 giocherà contro Alex De Minaur. Avere due italiani ai quarti di finale dell’Australian Open non sarebbe mica male per dare seguito ad un 2021 ricco di successi per il tennis e per lo sport italiano.

Giuseppe Garofalo