Ieri pomeriggio i Falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato nei pressi di un edificio di via Marco Aurelio una persona che, con fare circospetto, ha bussato al portone dello stabile per poi entrarvi.



I poliziotti, insospettiti, sono entrati nel palazzo dove, nel terraneo, hanno sorpreso l’uomo che stava per cedere una banconota a uno spacciatore il quale è stato bloccato e trovato in possesso di due involucri contenenti 2,5 grammi circa di cocaina, un bilancino di precisione, una forbice, un coltello, diverso materiale per il confezionamento della droga e 1030 euro.

Un 30enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteNapoli, Vomero: arrestato un 41enne per aver maltrattato la moglie
SuccessivoAcerra: tentato omicidio volontario, porto e detenzione illegale di arma da fuoco aggravati dal metodo mafioso
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.