Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha tratto in arresto a Volla un 49enne contrabbandiere di Ercolano sequestrando oltre 2 tonnellate di sigarette. L’operazione è stata condotta dai finanzieri del Gruppo di Nola che, durante la costante attività di controllo economico del territorio, hanno notato un soggetto, già conosciuto dalle stesse Fiamme Gialle per precedenti episodi di contrabbando, aggirarsi in una zona periferica della cittadina vesuviana.

Dopo un breve pedinamento, i militari hanno individuato un box utilizzato dal pluripregiudicato e, una volta entrati nel locale, hanno controllato i due furgoni che vi erano parcheggiati. All’interno dei mezzi erano custodite 212 casse di sigarette di contrabbando, del peso complessivo di 2120 kg.

Le “bionde”, marca “Marlboro”, destinate ad alimentare le piazze partenopee, sono state sequestrate, mentre il responsabile è stato tratto in arresto. L’attività in parola scaturisce dall’intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio volti a contrastare il fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorati esteri, ancora particolarmente diffuso nell’area napoletana.

La Provincia partenopea si conferma importante “hub“ di transito delle sigarette verso altre città del nostro Paese e zona di consumo particolarmente radicato. Nei primi due mesi del 2022, infatti, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato quasi 2,5 tonnellate di tabacchi, denunciato 9 soggetti, di cui 3 tratti in arresto; numeri che denotano un trend stabile e che inducono a ritenere che il mercato illegale dei prodotti da fumo non stia subendo sostanziali contrazioni.