Il campione campano, lo stabiese Angelo Longobardi, dopo aver conquistato il titolo di Campione d’Italia, nel prestigioso Rds Stadium di Genova, nemmeno da una settimana dal trionfo nella categoria – 53 kg è stato convocato dalla Nazionale Italiana di Taekwondo. La convocazione all’atleta campano è arrivata a firma del presidente della Fita Angelo Cito e del segretario generale Massimiliano Campo. Mercoledì 9 marzo Angelo Longobardi ha raggiunto il raduno riservato agli atleti di alto livello nazionale ed internazionale.



Ad accompagnarlo al centro di preparazione olimpica “Giulio Onesti” a Roma è stato suo fratello e maestro Roberto Longobardi, coach internazionale Wt e cintura nera 3 Dan. Il fenomeno del taekwondo campano ha appena quattordici anni ed ha dichiarato: ”Sono orgoglioso di essere stato convocato. E’ bellissimo ritornare qui e provo una grande emozione perché per svariati anni in questa splendida struttura si è svolto il torneo Nazionale ed Internazionale Kim & Liù rivolto ai ragazzi da 5 a 12 anni e per ben sei anni ho partecipato con successo a questo prestigioso evento dove si sono sfidati atleti di caratura internazionale”.

Infatti il campione in forza all’Acsd Stabiae Prana-Ki, in questo torneo ha vinto 2 medaglie d’argento e 4 prestigiose medaglie d’oro salendo ben sei volte su sei sul podio. Un fenomeno del taekwondo capace di entusiasmare le platee per il suo modo di combattere sempre rispettoso degli avversari ma freddo, lucido ed implacabile, sempre attento agli schemi tecnici impartiti dal suo giovane ma prestigioso e esperto Maestro Roberto Longobardi che lo guida con grande maestria.



Un giovane talento che con immensi sacrifici si allena tre ore al giorno, nella palestra dell’Istituto Scolastico Karol Wojtyla di Castellammare di Stabia, unitamente agli atleti del Team Longobardi provenienti da tutto il comprensorio dei Monti Lattari. Al centro di Preparazione Olimpica di Roma, Angelo Longobardi e gli altri atleti convocati nelle varie categorie di peso saranno guidati dal Direttore Tecnico della Nazionale, Claudio Nolano e dal Maestro della nazionale Junior Giovanni Lo Pinto.

Un’esperienza unica che lancia questo atleta nel panorama internazionale. La città di Castellammare di Stabia, città natia del Campione Italiano e la città di Santa Maria La Carita dove risiede il talento campano potranno gioire per questa prestigiosa convocazione di Angelo che con grande umiltà unitamente al Maestro Roberto Longobardi continuano a portare, a queste città, pregio e lustro per i continui successi ottenuti.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteDecima edizione del premio di giornalismo “Francesco Landolfo”: ecco i vincitori
SuccessivoDigital Workout, così gli imprenditori riprendono il controllo delle proprie aziende
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.