Meno di un mese dalla presentazione ufficiale del primo Festival del Giallo che si terrà a Napoli dal 9 al 12 giugno, ed è già boom di ospiti. Da Carlo Lucarelli a Cristina Cassar Scalia, da Mariolina Venezia (e la sua Imma Tataranni) a Gabriella Genisi (e la sua Lolita Lobosco), passando per le migliori firme del giallo italiano e per i protagonisti del mystery campano (Diego e Diana Lama, Patrizia Rinaldi, Sara Bilotti, Serena Venditto, Letizia Vicidomini, Martin Rua, Piera Carlomagno), sono cinquanta gli scrittori che si sono dati appuntamento in città per una quattro giorni di misteri e delitti di carta.

Napoli fascinosa e irresistibile, nera e misteriosa, piace. Piace il progetto ideato da Ciro Sabatino, direttore di Gialli.it e direttore artistico della kermesse, piace la presenza di Maurizio de Giovanni a fare da padrone di casa da autore partenopeo famoso internazionalmente, piace il grande lavoro organizzato dalla libreria Iocisto di Napoli per vincere l’ennesima sfida nel mondo dell’editoria. Piace la location, l’Istituto Francese di Napoli che ospiterà il Festival nell’edifico storico di via Crispi.



Fioccano le adesioni di chi sarà al Festival come Franco Forte, direttore dei Gialli Mondadori, Luca Crovi, lo studioso del Giallo più seguito in Italia, le scrittrici Giuseppina Torregrossa, Valeria Corciolani, Daniela Grandi, Barbara Baraldi, Barbara Perna, Piergiorgio Pulixi. Ma arrivano anche due ciliegine sulla torta: la scrittrice spagnola Alicia Gimenez Bartlett sarà la protagonista dell’anteprima prevista, sempre al Grenoble, per il 26 maggio, con lei la raffinata giallista Marta Sanz, e il manifesto ufficiale del Festival disegnato da Daniele Bigliardo, il vulcanico disegnatore di Dylan Dog e del Commissario Ricciardi, coinvolto nel Progetto da Mario Punzo, presidente della Scuola Italiana di Comix, partner del Festival.

Il primo Festival del Giallo a Napoli è avviato da quattro settimane ed è già fenomeno. E sul sito di Iocisto anche il bando ufficiale del Premio MyssterY curato dalla libreria ‘popolare’ Iocisto, che è anche co-organizzatore del Festival.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteDalì incontra Hitchcock: a Napoli l’anteprima mondiale per la mostra “Spellbould: scenografia di un Sogno”
SuccessivoNapoli: condannato figlio di “sandokan”, imponeva latticini ai caseifici
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.