Sarà l’androne del civico 11, nel centro storico di Castellammare di Stabia, a ospitare, il 29 aprile prossimo con inizio ore 18, la presentazione del libro “La memoria si racconta – Storie e ricordi personali che diventano collettivi” (Utopia Edizioni).

Volontarie e volontari hanno aderito all’invito dell’Associazione Socio Culturale l’Incrocio delle Idee a incontrare e ascoltare alcuni anziani per scrivere un piccolo segmento del loro vissuto.

“Per scrivere un pezzo della loro vita, per conservare alcune loro esperienze, alcuni aneddoti, episodi, fatti e curiosità, custoditi solo nella loro memoria e che, attraverso questa pubblicazione, diventeranno patrimonio di tutti e soprattutto non si perderanno nel tempo”.



Anziani individuati dall’associazione e non solo e che, con piacere si sono resi disponibili e raccontare un piccolo segmento della loro vita.

Un progetto con l’obiettivo di porre l’accento sull’importanza dello scambio tra generazioni e nel contempo di far sentire i nostri anziani parte importante della società.

Una società che spesso dimentica gli anziani e il passato. Un piccolo contributo anche per contribuire sconfiggere un luogo comune che vede l’anziano relegato nell’area della passività perché non più utile, non più produttivo.



La prefazione del libro è stata curata da Tiziana Esposito, pubblicazione arricchita da splendidi primi piani dei protagonisti scattati da Enzo Longobardi.

Alla presentazione interverranno la presidente dell’Associazione Giovanna Massafra, il giornalista Antonio Ferrara e l’attore Gianfelice Imparato.

Modererà la serata, che riserverà anche interventi di altro tipo, il giornalista Renato Rizzardi.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano