Pesca e lavorazione del corallo e dei cammei, importanza dell’attività artigianale ed imprenditoriale, arte della lavorazione come risorsa per le nuove generazioni. Sono i temi al centro del convegno “Il mare genera arte”, in programma giovedì 12 maggio alle ore 10 al liceo artistico Francesco Degni di piazza Luigi Palomba. La tavola rotonda rientra nelle attività legate alla prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, rassegna organizzata da La Bazzarra con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.



Ad aprire il dibattito i saluti della dirigente scolastica Benedetta Rostan; del sindaco Giovanni Palomba; dell’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Enrico Pensati; dell’assessore alla risorsa mare, problematiche dei marittimi e pesca Annarita Ottaviano; del vicepresidente del consiglio regionale della Campania Loredana Raia.

A seguire interverranno, moderati da Mariella Romano, il direttore artistico di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’Oro, Gigi Di Luca; la storica dell’arte Caterina Ascione; l’incisore Aniello Pernice; la responsabile dell’incubatore Stecca, Giuliana Esposito; il vicepresidente vicario dell’Assocoral, Ciro Condito; il presidente del centro orafo Il Tarì, Vincenzo Giannotti; il presidente del comitato promotore della lavorazione del cammeo e del corallo a patrimonio Unesco, Tommaso Mazza. “Quello in programma al liceo artistico Degni – sottolinea Gigi Di Luca – storico punto di riferimento per la formazione di giovani artisti e incisori, è un momento importante per focalizzare l’attenzione su una prerogativa che ha reso la città di Torre del Greco nota nel mondo, grazie alla maestria dei suoi incisori e alla lungimiranza di diversi imprenditori. Parlare ai giovani del connubio tra mare e arte, tra bellezza e unicità è un aspetto fondamentale, che rientra non solo nelle prerogative del nostro progetto, che tante attività ha concentrato proprio nelle scuole, ma che sta alla base della loro formazione scolastica”.

Il convegno del 12 maggio precede di sette giorni quello di giovedì 19, questa volta al liceo Quinto Orazio Flacco di Portici (inizio ore 10) dal titolo “Golfo di Napoli: un baule di biodiversità”, quando al centro del dibattito saranno collocate le peculiarità geomorfologiche del golfo e il ruolo chiave dei servizi ecosistemici per l’economia. Moderati da Salvatore Perillo, porteranno i saluti la dirigente scolastica Iolanda Giovidelli e l’assessore all’Ambiente e alla qualità urbana Maurizio Minichino. Seguiranno gli interventi di Valerio Zupo, ricercatore del dipartimento di Biotecnologie marine alla stazione zoologica Anton Dohrn; Vittorio Giovannone, comandante della Capitaneria di Porto di Torre del Greco; Vincenzo Strazzulli, presidente dell’associazione forense Enrico De Nicola; Luigi Mennella, vicepresidente Gori; Agostino Balzano, presidente dell’associazione Delphino.