Agerola Colonia Montana dopo l'intervento

Riflettori accesi in Colonia ad Agerola. Venerdì 13 maggio e sabato 14 sono in programma una serie di iniziative che si inquadrano nell’ambito della campagna #EuinmyRegion, per celebrare uno dei principali interventi di recupero e riqualificazione urbana: quello dell’edificio della Colonia Montana “Principe di Napoli” inaugurato nel novembre del 2019 dopo due anni di lavoro. Un modello virtuoso che premia la capacità di spendere bene le risorse comunitarie. Un tributo al lavoro dell’amministrazione comunale che ha creduto fortemente in un progetto così ambizioso.



aGEROLA Colonia Montana prima dell'interventoIl sindaco di Agerola: “Amore per il territorio”

“Questo momento celebra l’amore per il territorio, la competenza amministrativa, lo spirito di sacrificio. E poi la capacità progettuale e l’abnegazione di tutti quelli che hanno reso possibile l’avverarsi di un sogno divenuto esso stesso simbolo della rinascita di Agerola”, commenta il sindaco di Agerola Tommaso Naclerio.

Emblema di rinascita e ripartenza

L‘amore per il territorio, la competenza amministrativa e lo spirito di sacrificio sono stati il carburante che ha alimentato il motore del futuro che non si ferma. La Colonia Montana Principe di Napoli da simbolo di abbandono e degrado è diventata così emblema di rinascita e ripartenza, oltre che centro di eccellenza in cui formare gli chef di domani.



“Punto di riferimento della formazione specialistica”

“Il grande risultato ottenuto con l’intervento di riqualificazione della Colonia – aggiunge l’assessore alla Cultura Regina Milo – permette oggi alla comunità di fruire di uno dei posti più belli al mondo che si candida a diventare punto di riferimento nel mondo della formazione specialistica. Ci teniamo a ribaltare l’idea del sud pigro ed addormentato, lento nella programmazione e nella spesa. L’opera oggi sotto gli occhi di tutti è infatti solo il primo tassello di una serie importante di opportunità di crescita. Opere che grazie anche agli investimenti europei possono diventare realtà”.agerola colonia montana europa

Visite guidate, attività con le scuole, stand enogastronomici, spettacoli musicali, cooking class, una cooking challenge con Marisa Laurito, artista nonché cultrice della tradizione culinaria partenopea e Antonio Villani, sous chef del Ristorante “San Pietro” di Positano, la performance artistica del “Gruppo Folk Città di Agerola”, osservazione del cielo con telescopi intorno all’Osservatorio Astronomico e tanto, tanto altro. Prevista, nella giornata di sabato, la presenza dell’assessore Regionale al Turismo Felice Casucci.



“Frutti di un lavoro duro”

“Raccogliamo i frutti di un lavoro duro”, chiude il Vicesindaco Luca Mascolo che di quest’intervento è stato il promotore più assiduo. “Erano in pochi a credere che saremmo riusciti a raggiungere questo risultato atteso per decenni. Ma sono convinto che la buona politica e la buona amministrazione sono il grimaldello giusto per raggiungere qualsiasi traguardo. Bisogna crederci, avere vision, capacità amministrativa e determinazione. Ma senza il sostengo di Agerola tutta nulla di tutto questo sarebbe stato possibile. E questo riconoscimento, che ci riempie di orgoglio, lo dedichiamo alla nostra gente”.