Mercoledì 11 maggio presso il palazzo Lancellotti di Casalnuovo si è tenuto l’incontro di “Scrittori in prima linea” rassegna letteraria dell’associazione culturale “I colori della poesia”. Special guest di questo incontro lo scrittore drammaturgo e sceneggiatore Maurizio De Giovanni, noto al pubblico per i suoi romanzi sul commissario Ricciardi, I Bastardi di Pizzo Falcone e Mina Settembre che hanno ispirato le note serie televisive tanto amate dal pubblico nazionale.



In sala il vice sindaco Salvatore Esposito in rappresentanza del sindaco Massimo Pelliccia e il Presidente del Consiglio Katia Iorio. L’assessore alla cultura Simona Visone che da anni sostiene e affianca l’associazione nel suo progetto sulla lettura nelle scuole del comune di Casalnuovo. Nel pubblico presenti docenti e alunni dell’ICS Aldo Moro, prezioso l’intervento della sua Dirigente Professoressa Maria Rosaria Visone, l’IISS Giancarlo Siani nella persona della Dirigente professoressa Luisa De Simone e il professor Ciro Verde docente dell’indirizzo teatrale dell’ istituto che ha deliziato la platea con le sue toccanti letture del romanzo dell’autore. Presenti in aula anche le docenti Caterina Esposito, Luisa Ciccone e Daniela Brancaccio del gruppo di lettura della Mondadori di Brusciano di Giuseppe Pellegrino. Il preside Claudio Mola, Antonella Marmo e Mariachiara Leone presidente dell’associazione #feniceinpigiama.



Due ore di grande interesse e sinergia, il pubblico è rimasto completamente rapito dall’intervento dell’autore che ha raccontato come è nata l’idea di dar vita al romanzo “l’equazione del cuore”. Il libro si presenta come il viaggio interiore del protagonista, che si chiama Massimo, tra famiglia, perdita e dolore contornate dal fascino immutabile delle formule matematiche, le uniche che sembrano svelare al personaggio principale l’essenza e il significato delle relazioni umane. Il protagonista infatti è un professore di matematica in pensione il suo racconto è un sentimento sommesso imbarazzato che rende questo romanzo dolce e doloroso. Massimo è burbero e solitario spiega ogni cosa della vita attraverso le formule matematiche, perché la matematica è l’unica cosa che conosce. Solo di fronte alla perdita di sua figlia e dall’incontro con suo nipote Francesco Petrini detto Checco e dalla crescita di questo sentimento nonno- nipote, la sua visione del mondo e dei sentimenti muta ma solo grazie all’interpretazione di un’equazione matematica dove la fine diventa l’inizio.




Il Presidente Annamaria Pianese dopo l’incontro ha rilasciato una dichiarazione sulla sua pagina social: “Un anno che ricomincia in presenza e alla grande nel prestigioso palazzo Lancellotti, fiore all’ occhiello di questa meravigliosa amministrazione che da anni mi sostiene in questo progetto culturale dove la lettura è la vera protagonista. Ci tengo a comunicare una bellissima notizia che mi è appena giunta e che renderà il nostro futuro percorso ancor più gratificante ovvero che l’associazione i colori della poesia ha avuto il patrocinio del Salone del libro di Torino per le attività culturali che svolgerà nei prossimi mesi”.

Cinzia Porcaro