Tappa lunga, estenuante, insidiosa, affascinante: sono servite ben 5 ore, 12 minuti e 30 secondi a decretare il vincitore della Diamante-Potenza, settimo appuntamento con il Giro d’Italia. A trionfare è l’olandese Koen Bouwman.

Bouwman decisivo nello staccare Mollema, Dumoulin (connazionali) e il nostro Davide Formolo: è stato lo sprint finale a premiare il ciclista della Jumbo-Visma, che ha saputo ottenere due secondi di distacco.

Bouwman che è stato battistrada per ben 180 chilometri insieme a Formolo e Mollema, per poi essere raggiunto nei chilometri finali da Dumoulin, che si è aggiunto al gruppo in testa ed ha partecipato alla volata finale in cui ha però dovuto accontentarsi di un quarto posto.



Intanto Lopez Perez veste ancora la Maglia Rosa, malgrado i 2 minuti e 59 secondi di ritardo nell’arrivo. Lo spagnolo ha tagliato il traguardo insieme a Kamna, che resta così alla debita distanza di 38 secondi. Maglia Azzurra che invece va a Bouwman: per lui quindi doppio festeggiamento.

L’olandese per un attimo è stato addirittura Maglia Rosa virtuale: infatti, poiché in partenza aveva 5 minuti e mezzo di distacco nella classifica generale da Lopez Perez, ad un certo punto si è trovato a 5 minuti e 38 secondi di distacco nella tappa di oggi, cosa che gli avrebbe permesso di vestire in rosa. Bravo però il gruppo in generale a dimezzare lo svantaggio.



Domani finalmente il Giro approderà nella ridente Campania, con l’unica tappa prevista per la nostra regione: la Napoli-Napoli (Procida Capitale Italiana della Cultura) di 153 chilometri. Tracciato discretamente corto, ma da non sottovalutare, poiché presenta ondulazioni continue che possono creare parecchie insidie.

La tappa 8 partirà da Piazza Plebiscito e attraverserà la provincia di Napoli Nord, passando anche per la zona dei Campi Flegrei, Pozzuoli, Monte di Procida (ben 4 volte, di cui l’ultima sarà traguardo volante) e anche per Piazzale Vincenzo Tecchio, in cui è situata l’arena del più grande di tutti i tempi: lo stadio Diego Armando Maradona. Infine l’arrivo è al Lungomare Caracciolo. C’è emozione nel vedere il Giro nella nostra regione. Domani senza dubbio si darà un occhio di riguardo alla tappa numero 8. Tutti pronti?

Giuseppe Garofalo