Spari tra la folla nei luoghi della movida di Castellammare di Stabia, una ragazza resta ferita alle gambe. Tutto è accaduto ieri sera, poco prima delle 23, in piazza Giovanni XXIII, a pochi passi dalla casa comunale. Sembrava una normale e tranquilla serata di fine primavera, quando all’improvviso si è scatenato l’inferno. Almeno quattro sono i colpi di pistola esplosi da una persona che, in sella ad uno scooter, ha fatto immediatamente perdere le proprie tracce.



Castellammare: colpi di pistola contro una 20enne

Sull’asfalto, ferita alle gambe, è rimasta una 20enne residente tra i vicoli del centro antico. Subito si è messa in moto la macchina dei soccorsi. La gente, terrorizzata, è scappata. Qualcuno ha chiamato i soccorsi e le forze dell’ordine. Dopo una ventina di minuti, sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, bloccata tra l’altro anche dal traffico della movida, che ha trasportato la ragazza al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo, dove i medici le hanno prestato tutte le cure del caso.



Partite le indagini della polizia

Fortunatamente la ragazza non è in gravi condizioni. Un colpo di pistola l’ha colpita ad una gamba. I medici hanno proceduto all’estrazione del proiettile, giudicando la giovane donna guaribile in 14 giorni. In piazza Giovanni XXIII si sono recati anche gli agenti di polizia del locale commissariato, agli ordini del primo dirigente Amalia Sorrentino e del vicequestore Manuela Marafioti. Subito sono scattate le indagini. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la 20enne si era recata in una pizzeria del posto insieme a delle amiche. E proprio all’esterno del locale, è stata colpita dal proiettile. Folla in fuga e terrore. Sarebbero almeno quattro i colpi di pistola avvertiti a Castellammare dalle persone che si trovavano in piazza Giovanni XXIII al momento del raid armato.