Regata delle Repubbliche Marinare: a Genova il primo mini palio, alle 18 la sfida storica

Tutto pronto per i duemila metri al cardiopalma che riscalderanno gli animi del Palio oggi alle 18. Il Corteo: la scelta di spostarlo al crepuscolo restituisce suggestioni uniche

53

Mille metri da Marmorata ad Atrani al cardiopalma: taglia il traguardo l’equipaggio misto di Genova, segue Pisa, terza Amalfi e quarta Venezia. Medaglia di bronzo ieri per la padrona di casa della 66esima Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare, primo nel Mini Palio con equipaggio misto della storia.

Una gara molto sentita e ricca di significato che ha trascinato sul belvedere di Atrani tantissimi spettatori, turisti italiani e stranieri, appassionati e che simbolicamente, al di là del risultato sportivo, ha elevato a vincitori i quattro equipaggi, simbolo di una nuova gara che scrive la storia della Regata. L’entusiasmo è tale che qualcuno ipotizza che nei prossimi anni, per questa competizione, gli equipaggi non saranno più misti ma tutti al femminile.

Per Amalfi hanno vogato: Gabriele Amato, Raffaele Carrano, Lucia Carrano, Lisa Marie Franzese, Silvia Ingenito, Chiara Sammarco, Vincenzo Sotero, Giovanni Ruocco. Timoniere Peppe Ingenito. Per Pisa sono scesi in acqua: Andrea Grassini, Mirko Barbieri, Alessio Lorenzini, Flavio Ricc, Chiara Benevenuti, Claudia Celoni, Marta Sorrentino. Per Venezia (unico otto totalmente rosa hanno lottato: Dalila Anghetti, Martina Damuzzo, Chiara Deste, Monica Favaro, Anita Serena, Sara De Battisti, Vittoria Stangherlin, Chiara Lastra e Letizia Nuscis. (Giuseppe Barichello allenatore). Per Genova hanno remato e vinto: Nicolini Dario, Paccagnella Veronica, Bavazzano Ilaria, Licatalosi Andrea, Maspero Michele, Mangraviti Mario, Costa Maria Ludovica, Tanghetti Sofia, Timoniere Simone Sanna. Riserve Rangone Lorenzo e Cavolata Aurora.

Successivamente la presentazione degli equipaggi alla presenza dei quattro rappresentanti delle Città (il sindaco di Amalfi Daniele Milano, il vicesindaco di Genova Massimo Nicolò, il Sindaco di Pisa Michele Conti, il Consigliere delegato di Venezia Giovanni Giusto) che hanno caricato i propri equipaggi come i migliori motivatori. «In quei pochi minuti di gara il capovoga è ufficialmente il sostituto del Sindaco, sulle sue spalle, nelle sue indicazioni di ritmo e velocità c’è la responsabilità di un’intera collettività», ha detto il Sindaco di Amalfi Daniele Milano davanti ad un tifo da stadio tinto di azzurro, bianco, verde, rosso.

Il momento più suggestivo arriva all’imbrunire: il Corteo Storico al calar del sole restituisce alla platea di spettatori emozioni uniche, palpabili nei colori del borgo di Atrani e nella scalinata del Duomo di Amalfi, nei costumi degli oltre 320 figuranti (80 per Repubblica) e nei mille flash che hanno immortalato la rievocazione storica.

Oggi l’ultimo step: alle 18 il 66esimo Palio Remiero delle Antiche Repubbliche Marinare. Quattro città un tempo in guerra oggi si sfidano nel segno di una grande manifestazione sportiva che è simbolo di unità nazionale da nord a sud. La premiazione alle 18:45 in Piazza Flavio Gioia.

La 66esima Regata delle Antiche Repubbliche Marinare è realizzata con l’importante sostegno di: Camera di Commercio di Salerno, Flag – Approdo di Ulisse (Feamp 2014 – 2020), Cardine srl, Jcoplastic, BPER Banca, NH Collection – Grand Hotel Convento di Amalfi, Travelmar. Media partner: Rai 2 e Radio Kiss kiss.

In occasione della Regata il transito nel tratto in questione della SS163 sarà interrotto dalle 17:30 alle 19:30.

E’ stato disposto il divieto di sorvolo con “droni” su tutto il campo di gara, nel corso del Palio remiero, con eccezione di quelli necessari alle riprese che saranno diffuse dalla RAI.

Al link https://comune.amalfi.sa.it/comunicati/regata-storica-dove-seguirla-in-tv-e-in-streaming  le informazioni per chi desidera seguire l’evento in Tv o in streaming.