La Polisportiva Ottati è un esempio virtuoso di associazionismo finalizzato a combinare turismo ambiente, cultura e sport outdoor: quella che andrà in scena domenica 19 giugno è un’opportunità in più per coniugare la fruizione territoriale e la pratica della mountain bike in occasione della Cross Country dei Tre Rifugi

Lo svolgimento della gara valevole per il circuito regionale X-Country può rappresentare una risorsa straordinaria per rilanciare il territorio che ospita anche uno dei siti rurali più noti di tutta la Campania.

I tre rifugi di Ottati nascono dagli allevatori che abitavano negli antichi pagliari accanto alla mandrie. Il primo (Panormo) è stato riconvertito in struttura ricettiva già a partire dagli anni ottanta mentre via via hanno avuto lo stesso destino anche quello delle Brecce e dei Marroncelli.

Oltre alla gara la Polisportiva Ottati è dedita anche all’organizzazione di una gara podistica che si tiene annualmente il 16 agosto oltre ai tanti campus estivi per i ragazzi.

L’amministrazione comunale di Ottati e l’ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, hanno contribuito in maniera fattiva allo svolgimento della gara, considerata a ben ragione tra i veicoli promozionali più importanti per l’incremento dell’attività turistica e per lo sviluppo dell’economia su base locale.

Con partenza alle 10:00, sono previsti due tipologie di percorso: uno aperto solo alle categorie esordienti e allievi della lunghezza di 2,8 chilometri e l’altro più lungo dedicato solo agli agonisti juniores, under 23, élite e alle categorie amatoriale di 8,4 chilometri.