La visita dei ladri nella propria abitazione costituisce un vero e proprio dramma per chi lo subisce, non solo in termini prettamente finanziari, ma anche psicologici. Chi vede la propria residenza violata perde solitamente la sicurezza che essa possa costituire una protezione contro i ricorrenti pericoli del mondo esterno e la tranquillità che ne consegue.
Per questo motivo e in presenza di un numero sempre importante di episodi di tale genere, molti nostri connazionali ormai da decenni si rivolgono all’antifurto, l’unico modo di preservare la propria sicurezza, al di là della controversa corsa alle armi teorizzata anche da parti irresponsabili del mondo politico, la quale concorre solo ad aumentare i pericoli per gli attaccati. Tra quelli in commercio continua ad essere molto gettonato l’antifurto perimetrale. Vediamo il perché.

Antifurto perimetrale: cos’è e come funziona

Con antifurto perimetrale per casa si intende il sistema dotato di sensori che hanno il compito di rilevare movimenti anomali all’interno dell’area difesa. I sensori perimetrali possono essere di svariato tipo (ad infrarossi, microonde o tali da andare ad integrare entrambe le tecnologie) e vengono posizionati solitamente su varchi e infissi, ovvero le porte, le vetrate, le finestre, in modo da andare a formare una vera e propria barriera.
Una protezione naturalmente invalicabile da estranei e la cui violazione comporta lo scatto di un allarme, così come accade in caso di tentativo di effrazione, taglio, rottura o altro evento teso alla manomissione del sistema. Questi sistemi d’allarme sono congegnati proprio per assicurare il massimo di protezione per chi si trova all’interno dell’area attaccata e fare in modo che possa muoversi liberamente. A garantirne il successo sono una serie di vantaggi che è in grado di assicurare, ripagando di conseguenza l’investimento operato.

I vantaggi assicurati dagli antifurti perimetrali

Quali sono i vantaggi che consigliano di ricorrere agli antifurti perimetrali? In particolare, nella lista occorre comprendere:

  • permettono di porre in atto contromisure contro gli intrusi grazie alla rilevazione dei movimenti anomali, ovvero quando i malviventi provano a scavalcare una recinzione o ad avvicinarsi a porte e finestre, evitando in tal modo che possano irrompere nell’abitazione;
  • consentono di tenere le finestre aperte anche nel corso dell’estate, senza dover chiudere tutto e azionare un condizionatore per poter porre rimedio all’afa opprimente;
  • consentono a chi si trova all’interno dell’area protetta la massima libertà di movimento;
  • il funzionamento in ogni condizione di tempo, derivante da un processo di tropicalizzazione ad hoc;
  • sono in grado di distinguere un animale da una persona;
  • garantiscono livelli elevatissimi di sicurezza grazie alla presenza di funzioni di anti-sabotaggio, anti-mascheramento e anti-disorientamento;
  • offrono un elevato grado di personalizzazione.

A questi notevoli vantaggi, si contrappone naturalmente qualche difetto da tenere nel debito conto, prima di operare la scelta definitiva. In particolare, nonostante la presenza delle funzioni che abbiamo ricordato, il posizionamento all’esterno della casa rende comunque possibile il verificarsi di falsi allarmi, soprattutto ove il sistema non sia stato installato in maniera ottimale, da parte di un tecnico specializzato.