Nell’anno del compimento del suo centesimo anno di età, ci lascia il grande scrittore Raffaele La Capria. Tra le tante cose, La Capria è stato, per oltre dieci anni, membro della giuria del Premio Elsa Morante, la prestigiosa istituzione presieduta da Dacia Maraini.

Nel 2005, quando ormai era uscito dalla giuria per problematiche legate all’età, vinse il Morante per la narrativa, che, all’epoca si svolgeva a Roma, presso il teatro Parioli, mentre oggi, la kermesse diretta da Tiuna Notarbartolo, si svolge a Napoli, presso l’Auditorium della Rai, diretta da Antonio Parlati.

“La Capria è stato un uomo civile in un momento in cui l’inciviltà ci sta avvelenando la convivenza – lo saluta così Dacia Maraini-. Nessuno come lui ha saputo raccontare il mare, il mare di Napoli, la sua grande saggezza e la sua pienezza di memorie.

La Capria ci ha mostrato e regalato il meglio di Napoli e della sua mediterranea creatività: uno spirito giocoso, portato all’ironia e al sorriso. Critico ma mai fanatico, capace di ascoltare e capire anche chi non la pensava come lui.

Un grande amico che ci lascia più soli e più disperati”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano