Il boss latitante “Ciro Ciro” era a Dubai. Arrestato ed stradato, dovrà scontare 18 anni

La Squadra Mobile di Napoli ha effettuato una complessa attività info-investigativa per localizzare Filangeri rifugiato nella città emiratina

84

Ieri mattina presso lo scalo aeroportuale di Capodichino personale della Polizia di Stato, a seguito di estradizione dagli Emirati Arabi Uniti eseguita dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia – Divisione Interpol, ha dato esecuzione all’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Napoli, perché condannato con sentenza divenuta irrevocabile alla pena della reclusione di 18 anni e 4 mesi per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti o psicotrope aggravata dal metodo mafioso, nei confronti di Ciro Guglielmo Filangeri, 52enne napoletano, da considerarsi contiguo al clan Giuliano operante nel quartiere Forcella.

La Squadra Mobile di Napoli ha effettuato una complessa attività info-investigativa volta alla localizzazione di Filangeri, alias “Ciro Ciro“, in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo ed il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, accertando come lo stesso si fosse rifugiato nella città emiratina di Dubai.

II latitante è stato rintracciato nella zona di Dubai Marina ed una volta preso in consegna dalla Polizia di Dubai è stato imbarcato su un volo per l’Aeroporto di Napoli – Capodichino, scortato da personale della Divisione Interpol.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano