Dalla via del grano alle vie del mondo”: questo il titolo del concerto che avrà luogo sabato 16 luglio nello scenario di Villa Regina (Antiquarium di Boscoreale) quale nuovo appuntamento della IV rassegna di MousikArte. Protagonista dell’evento sarà il duo “Ruggiero-Del Plato” composto da Angelo Ruggieri (flauto) e Giuseppe Del Plato (chitarra): i celebri maestri proporranno un appassionante ‘viaggio di emozioni’ dando vita ad un programma dal gusto internazionale, con musiche di Claude Bolling, Giuseppe Carrannante, Giuseppe Del Plato e Máximo Diego Pujol.

La serata (ingresso gratuito), organizzata dall’Associazione Centro Studi Mousikè e dal Parco Archeologico di Pompei vuole promuovere la cultura del bello abbinando la musica all’affascinante contesto delle rovine romane di Boscoreale, affascinante scenario in cui la musica amplifica e dona nuove suggestioni.

Villa Regina è l’unica villa di Boscoreale ad essere visitabile e completamente ricostruita: si tratta di una villa rustica, su due livelli, risalente al I secolo a.C. ma che successivamente ha subito ampliamenti sia in età augustea che in quella giulio-claudia.

Via del Grano” è l’appellativo del “Regio Cammino” di Matera, un’arteria stradale voluta nel 1789 da Ferdinando IV come collegamento tra Napoli e la Puglia: serviva non solo a congiungere i comuni dell’entroterra campano e lucano, ma anche ad assicurare il trasporto del grano e delle altre derrate alimentari. Il duo “Ruggieri-Del Plato” si occupa da anni nel diffondere la conoscenza della regia strada attraverso la loro musica.

La rassegna MOUSIKARTE -viaggio musicale fra i luoghi dell’arte-, organizzata dall’Associazione Mousikè con il patrocinio della Regione Campania e del Ministero della Cultura, è curata dal Direttore Artistico Alfredo Intagliato e dal Presidente Giuseppe D’Antuono.

L’evento del 16 luglio sarà fruibile gratuitamente fino ad esaurimento posti. Gli spettacoli si terranno alle 20,30 e alle 21,30. È gradita la prenotazione (tel. 3894440825 anche su WhatsApp).

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano