Orrore in Circumvesuviana a Sorrento: un minore che si stava recando a scuola sarebbe stato vittima di violenza sessuale. Questa l’accusa per la quale è stato arrestato oggi un 53enne di Castellammare di Stabia. L’uomo è destinatario di una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina. L’uomo, come già accennato, si trova ora ai domiciliari in quanto accusato di violenza sessuale aggravata su un minorenne.

Orrore in Circumvesuviana a Sorrento: giovane studente vittima di violenza sessuale

I fatti si sono svolti nel mese di aprile 2022. Il 53enne avrebbe approfittato della giovane età della vittima, oltre che delle condizioni di tempo e di luogo. L’uomo avrebbe costretto con violenza e minacce il minore a subire atti sessuali prima sul treno e successivamente all’interno dei servizi igienici della stazione di Sorrento.

Le indagini sono state condotte dagli agenti della polizia di stato di Sorrento. La vittima ha fornito agli investigatori una precisa e dettagliata testimonianza. Nell’inchiesta, inoltre, anche l’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza all’interno della stazione della Circumvesiviana di Sorrento dove si sarebbe consumata la violenza sessuale.

53enne finito ai domiciliari

A fornire un prezioso contributo testimoniale anche alcuni amici della vittima. Tutto ciò ha consentito agli inquirenti di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato. Espletate le formalità di rito, il 53enne stabiese è sottoposto ora agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano