ravello italia cuba

Una giornata dedicata a Cuba e ai suoi rapporti con l’Italia, quella che si è tenuta a Ravello, presso la Sala Frau, alla presenza, tra gli altri, dell’ambasciatrice di Cuba in Italia, Mirta Granda Averhoff, del sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, del vice sindaco, Gianluca Mansi, dell’assessore Paola Mansi, del consigliere Luigi Mansi e di altri rappresentanti del consiglio comunale.

L’occasione è offerta da due eventi culturali organizzati e patrocinati dall’Ambasciata di Cuba in Italia e dal Comune di Ravello. In collaborazione con l’Istituto di Cooperazione Italia Cuba. Alle ore 17, l’inaugurazione della mostra di carteles cinematografici dal titolo “Pasolini: Memoria y Centenario”: 31 locandine dedicate alla cinematografia del regista italiano, create dai disegnatori cubani nel solco della grande tradizione di una delle scuole grafiche più prestigiose e al contempo originali della seconda metà del XX secolo.

Ravello: una giornata di eventi per celebrare i rapporti tra Italia e Cuba

La mostra, curata da Gabriela Gámez Granda, resterà aperta fino al 18 settembre. Dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18, il sabato e la domenica, dalle ore ore 10.30 alle 13. Alle ore 18, l’incontro sul tema “Il contributo degli italiani nella guerra d’indipendenza cubana – Oltre un secolo di amicizia tra i due popoli”. Con la partecipazione di Alessandro Senatore, presidente dell’Istituto di Cooperazione Italia Cuba e autore del volume “L’Anarchico Elegante”, presentato al pubblico, e Domenico Ciruzzi, ex presidente della Fondazione Premio Napoli.

Nel corso del dibattito l’attrice Antonella Stefanucci ha letto alcuni brani tratti dal libro, ambientato nella Napoli di fine Ottocento. E che vede protagonista un giovane anarchico che, trascinato dalla passione libertaria, decide di partire per Cuba e combattere al fianco degli insorti la guerra d’indipendenza contro l’impero coloniale spagnolo.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano