grumo nevano contrabbando tabacco

Oltre una tonnellata e mezzo di tabacco di contrabbando: scoperto a Grumo Nevano anche tabacco di origine indiana. Tra le tle anche bulbi di papavero essiccato, stupefacente di tipo oppiaceo. Tutto era destinato al mercato abusivo: 3 cittadini extracomunitari (un 44enne pakistano e due indiani di 54 e 28 anni) sono stati arrestati in flagranza e altri 2 denunciati a piede libero. Le accuse sono di concorso a vario titolo di contrabbando e traffico di stupefacenti. L’operazione è stata effettuata dai finanzieri del gruppo di Frattamaggiore.

Sigarette di contrabbando e bulbi di papavero: blitz a Grumo Nevano

Le fiamme gialle durante un controllo del territorio, hanno individuato nella zona residenziale di Grumo Nevano tre persone intente a scaricare numerosi colli da un furgone, nei pressi di un locale adibito a deposito. Insospettiti dalle anomale circostanze e dall’atteggiamento degli addetti ai lavori, i militari sono intervenuti per un controllo.

Rinvenendo così diverse confezioni di “tabacco da mastico”, prive dei contrassegni dei monopoli di Stato. Oltre 700 i chilogrammi di tabacco di contrabbando sequestrato, parte del quale rinvenuto anche presso la dimora di uno dei soggetti coinvolti.

Lo stupefacente di tipo oppiaceo

Nel corso di un altro controllo sempre a Grumo Nevano, le stesse fiamme gialle di Frattamaggiore hanno controllato un furgone che trasportava confezioni di incenso e tovaglioli di carta, con a bordo due cittadini di nazionalità indiana. Sotto il carico di copertura sono stati rinvenuti 741,150 kg di tabacco lavorato estero suddiviso in 61 cartoni e 45 grammi di bulbi di papavero essiccato, stupefacente di tipo oppiaceo.

Il tabacco, nei casi riscontrati di origine indiana, era custodito in varie confezioni sigillate presumibilmente già pronte per essere vendute.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano