La notte tra venerdì e sabato scorso i Falchi della Squadra Mobile e i motociclisti del Commissariato Decumani, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, nel percorrere largo San Marcellino hanno notato uno scooter con a bordo tre ragazzi senza casco transitare a forte velocità e li hanno seguiti.

In via Sant’Arcangelo a Baiano, uno dei passeggeri si è disfatto di una borsa subito dopo averne prelevato qualcosa per poi consegnarla all’altro passeggero; poco dopo, alla vista degli operatori, il conducente ha accelerato la marcia, nonostante gli fosse stato intimato l’alt, effettuando manovre pericolose per la circolazione stradale fino a quando, in via Marco di Lorenzo, ha perso il controllo del motoveicolo rovinando a terra insieme agli altri.

I tre hanno tentato la fuga a piedi ma i poliziotti li hanno raggiunti e, non senza difficoltà, bloccati dopo una colluttazione a seguito della quale due agenti hanno riportato delle lesioni. Durante questa fase uno dei fuggitivi ha tentato di disfarsi di un telefono cellulare lanciandolo sotto un auto in sosta, ma gli operatori lo hanno recuperato; in quel momento, rispondendo ad una telefonata in entrata, hanno appurato che, poco prima, era stato rapinato ad una ragazza in piazzetta Nilo da tre persone a bordo di uno scooter uno dei quali l’aveva  strattonata e si era impossessato della borsa che lo conteneva.

Infine, i poliziotti hanno accertato che il mezzo su cui i tre viaggiavano, privo di chiavi di accensione e con il nottolino manomesso, era stato rubato nella stessa serata.

G.F. e G.Q., di 18 e 16 anni, entrambi con precedenti di polizia, e P.Z., di 18 anni, tutti napoletani, sono stati arrestati per rapina aggravata, ricettazione e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale mentre la refurtiva e lo scooter sono stata riconsegnati ai rispettivi proprietari.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano