castellammare stellina cagnolina

È stata affidata ad un’associazione animalista di volontari “Stellina”, la cagnolina che a Castellammare di Stabia ha subìto abusi sessuali da parte di un 55enne. L’uomo, residente in una zona al confine tra Castellammare e Gragnano, si trova ancora ricoverato all’ospedale San Leonardo e ha subito l’asportazione di alcuni tessuti del pene. Tutto ciò, in seguito ad una infezione acuta conseguente al rapporto sessuale avuta con il suo animale domestico.

Castellammare: abusi sessuali da parte di un uomo, affidata ad un’associazione la cagnolina Stellina

I familiari del 55enne hanno affidato adesso la cagnolina alle cure di un’associazione di Gragnano. Stellina è stata visitata anche da un veterinario ed è stata trovata in buone condizioni di salute. “Cerchiamo adesso una persona o un nucleo familiare – affermano Pina Sabatino e Alfonso Iaccarino, tra i responsabili dell’associazione – che abbia voglia di adottare la cagnolina.

La famiglia non c’entra nulla con la vicenda che ha coinvolto quell’uomo. Conosciamo personalmente queste persone e possiamo dire senza ombra di dubbio che si tratta di una famiglia perbene, soprattutto che ama gli animali. E così gli stessi hanno voluto tutelare la cagnolina e affidarla a noi. Adesso speriamo di trovare persone che abbiano il desiderio di darle l’amore che merita”.

La storia del 55enne affetto dalla malattia di Fournier

La storia aveva creato grande scalpore quando il 55enne è stato ricoverato all’ospedale San Leonardo, in quanto affetto dalla malattia di Fournier. L’uomo era arrivato al pronto soccorso stabiese con una forte infezione alle parti intime. Quando i medici hanno provato a ricostruire come l’uomo, con problemi psichici, avesse raggiunto un grado così pericoloso d’infezione, il 55enne ha confessato che aveva avuto rapporti sessuali con il suo cane.

(Foto di Myléne da Pixabay)

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano