In fiamme, nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi, l’auto del presidente del Consiglio comunale di San Marzano sul Sarno (Salerno), Pasquale Alfano. La scoperta è stata effettuata ieri mattina, dopo che il suv di colore bianco era andato a fuoco nel cortile di casa in una strada del centro cittadino.

Alfano ha presentato denuncia e sono stati eseguiti rilievi da parte dei carabinieri del Reparto territoriale di Nocera Inferiore, guidati dal tenente colonnello Rosario Di Gangi.

La solidarietà del sindaco Carmela Zuottolo

Solidarietà al presidente del Consiglio comunale è stata espressa in una nota dal sindaco del Comune, Carmela Zuottolo. “Attendiamo l’esito delle indagini – scrive – in questi giorni tante persone vedono troppe coincidenze. Prima prende fuoco, a San Valentino Torio, l’area parcheggio dove si trovano i camion dell’azienda della sindaca, poi l’auto del presidente del Consiglio comunale viene divorata dalle fiamme. Non si crede a un complotto, ma spero che non ci siano regie occulte dietro tutto questo. Una cosa e’ certa: questa amministrazione comunale continuera’ a lavorare per il bene della comunita’ di San Marzano sul Sarno”.

Cirielli (FdI): “Assicurare alla giustizia i colpevoli di quest’atto criminale”

“In fiamme l’auto del presidente del Consiglio comunale di San Marzano sul Sarno, l’avvocato Pasquale Alfano. Massimo impegno e celerità da parte delle forze dell’ordine affinché sulla vicenda venga fatta chiarezza e accertato se l’incendio si è verificato per caso fortuito o se si tratta di un atto di natura dolosa. In riferimento a quest’ultima eventualità, si assicurino alla giustizia i colpevoli di quest’atto criminale”. Lo dichiara il Questore della Camera e deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli.

“Intanto Questore e Prefetto intervengano, ciascuno per le proprie competenze, come custodi della sicurezza urbana, e dicano quali strategie intendono mettere in campo al fine di evitare il ripetersi di questo tipo di eventi che mortificano non solo San Marzano sul Sarno ma l’intera provincia di Salerno”, conclude Cirielli.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano