Cremonese-Napoli, gli azzurri a Cremona per rispondere al Milan

Contro i grigiorossi una partita chiusa per il Napoli, che deve riprendere i tre punti di allungo su un super Milan

50

Il Napoli a Cremona per la nona giornata di campionato: morale ormai alle stelle per gli azzurri, più che in forma dopo la vittoria pirotecnica contro l’Ajax e che devono continuare a vincere per continuare il trend positivo e soprattutto tenere botta al Milan.

La formazione di Pioli ieri ha infatti vinto 2-0 contro la Juventus: partita di grande mentalità da parte dei rossoneri, che si portano a casa tre punti pesantissimi e vanno per il momento a quota 20 insieme al Napoli.

In molti potrebbero pensare in una partita facile per i partenopei, simile alla goleada in terra olandese, ma probabilmente non sarà così.

Squadre di bassa classifica contro il Napoli tendono sempre ad alzare una barricata di fronte alla propria porta: è in queste partite che gli azzurri soffrono più che mai. E la Cremonese probabilmente non farà eccezione.

Sarà questione di primi minuti: al Napoli servirà anche un pizzico di fortuna per segnare più o meno nei primi venti giri di orologio, per sbloccare la partita e dilagare. In caso contrario, la Cremonese potrebbe prendere coraggio e inchiodare il match sullo 0-0 per tutta la partita, come visto contro lo Spezia, partita poi risolta da un guizzo in extremis di Raspadori.

Spalletti apporterà giusto qualche cambiamento rispetto alla Johan Cruijff Arena: in porta sempre Meret, in difesa torna Mario Rui. Di Lorenzo e Kim punti fermi, Ostigard in vantaggio nel ballottaggio con Rrahmani. A centrocampo Lobotka e Anguissa con Ndombele favorito su Zielinski. Politano rientra e sostituisce Lozano, sulla fascia opposta Kvaratskhelia, mentre stavolta la maglia da titolare per quanto riguarda la punta spetta a Simeone.

Per Alvini il 4-2-3-1, con Radu fra i pali e la difesa composta da Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili e Valeri. In mediana occhio a Meitè, in coppia con Castagnetti. Sulla trequarti Cremonese ben fornita con il perno Zanimacchia, insieme ad Ascacibar e Quagliata. Punta Dessers, che ha fame di gol: attenzione, perchè il suo bottino segna ancora 0.

Giuseppe Garofalo

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano