hashish castel volturno carabinieri

Nella villetta un vero e proprio deposito di hashish che sarebbe stato venduto in prossimità del Natale: i carabinieri a Castel Volturno hanno sequestrato mezza tonnellata di droga dal valore di circa tre milioni di euro. In manette sono finite due donne, madre e figlia, rispettivamente di 65 e 49 anni, incensurate apparentemente insospettabili originarie di Napoli.

Hashish per tre milioni di euro, maxi-sequestro a Castel Volturno: arrestate due donne insospettabili

Le forze dell’ordine hanno così sferrato un duro colpo alla criminalità organizzata e al traffico di sostanze stupefacenti. Indagini serrate hanno portato i militari ad effettuare un blitz in una villetta di Castel Volturno. A finire in manette due incensurate apparentemente insospettabili. Madre e figlia di 65 e 49 anni.

L’hashish era stata nascosta all’interno di bustoni di plastica con chiusura lampo

I carabinieri dopo diverse ore di ricerche hanno rinvenuto, in più parti dell’abitazione, 560 chili di hashish. La droga, suddivisa in panetti, nella vendita al dettaglio avrebbe fruttato un profitto pari a non meno di tre milioni di euro. L’hashish era stata nascosta all’interno di bustoni di plastica con chiusura lampo ma questo non ha evitato che la casa fosse pervasa dal forte odore. Le due donne, originarie di Napoli ma domiciliate nella provincia casertana, sono a disposizione dell’Autorità giudiziaria nel carcere di Pozzuoli.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano