Napoli Futsal batte Feldi Eboli: è Arillo show

Arillo showman nello spettacolo del Napoli a Cercola: una rovesciata da copertina stende la Feldi. La gioia del bomber: “Ce la metteremo tutta per lo scudetto”.

24
Napoli Futsal batte Feldi Eboli è Arillo show

Napoli Futsal batte Feldi Eboli: è Arillo show. Nello spettacolo e artistico del derby di Cercola è Attilio Arillo a fare il goal dei goal, una rovesciata che dà le stesse sensazioni di una splendida sinfonia. È la giocata che indirizza la partita e regala uno strepitoso successo agli azzurri, che battono 4-6 la Feldi sospinti anche dall’esibizione del corpo di ballo di Oliva e Guadagno e da quella del cantante Ivan Granatino nell’intervallo. Venancio apre i giochi, Honorio pareggia mentre Rafinha e Braga sanciscono il 2-2 del primo tempo. Ad inizio ripresa viene sanzionato un presunto braccio largo di Rafinha con il giallo, anche se quello colpito dal pallone è l’altro che è attaccato al corpo, e dal dischetto di nuovo Venancio sigla il 3-2. Mancha impatta, il poker azzurro è l’estasi del bomber con la 9 che manda in visibilio il pubblico. Non solo, mette dentro anche la doppietta. De Simone chiude i giochi con il 3-6, Guilhermao con Vavà power play rende meno amara la sconfitta. Partenopei lassù a 27: venerdì 9 l’impegno casalingo con il Petrarca.

PRIMO TEMPO

La prima chance è di marca rossoblù con Guilhermao in girata, preludio al vantaggio che è immediato: si muovono benissimo le Volpi, Luizinho arriva a cogliere il palo e il tap-in di Venancio è vincente. La capolista rimette subito le cose sul giusto binario con il corner di De Luca e la deviazione di Honorio: 1-1 a 7’34. Occasioni clamorose per Mateus e Mancha, Pasculli si esalta ma deve capitolare a 9’33”. L’1-2 è frutto della caparbietà proprio di Honorio, palla al bacio al centro per Rafinha che non sbaglia. La Feldi si affida al suo pivot brasiliano, dall’altra parte si scalda Arillo con un tunnel e trova l’opposizione del subentrante Glielmi in luogo dell’infortunato Pasculli. In una serata di ballo e musica Venancio esegue un paso doble, il suo destro dà un bacio all’incrocio ed esce. Guilhermao fa volare Ganho, il 9 azzurro mette i brividi agli avversari. La partita è bellissima e bloccata sul 2-2 a fine prima frazione, ci pensa Braga ad un giro di lancette dal duplice fischio: approfitta di un break e fa goal calciando in scivolata e mettendola all’angolino.

SECONDO TEMPO 

Passano 15” e su un tiro di Vavà viene punito il braccio destro largo in area di Rafinha (ammonito), quando ad essere colpito dalla sfera è l’altro che è in posizione conforme: Venancio la insacca e riporta avanti i suoi. Reazione con l’anticipo di Perugino, Arillo in serpentina sfiora il 3-3. Salvato sulla linea un bolide sinistro di Mateus, il Napoli spinge e impatta con la finta di De Simone sull’out mancino ed il passaggio per Mancha che entra nel tabellino a 7’14”. El Diez è scatenato, Glielmi strozza in gola l’urlo di gioia di De Luca. La svolta definitiva a 9’15” dal termine: Ganho con le mani direttamente da Arillo ed è qui che il tempo si ferma e comincia a risuonare nel momento in cui si concretizza il poker, lo stop col petto e la rovesciata sono esaltazione tecnica ed artistica. Il team di Marìn avanti con una realizzazione già virale e sopra di due con la doppietta del protagonista assoluto, 3-5 a 12’30”. Accademia azzurra: De Luca-Honorio, quest’ultimo lancia De Simone nel vuoto ed il 23 salta il portiere e infila la sesta marcatura. Samperi si gioca tutto con Vavà power play, spazio solo alla firma di Guilhermao. Doppio giallo poi a Rafinha per quello che, a giudizio degli arbitri, è stato un cambio errato. Finisce 4-6 in un tripudio partenopeo a Cercola. (LE IMMAGINI).

“Devo ammettere che ad inizio ripresa siamo stati troppo frettolosi – così coach Marìn. – Nel primo a poco a poco sempre meglio, anche se avevamo un po’ di difficoltà con il loro gioco sul pivot. Sono contento perché non abbiamo mai smesso di pressare, loro hanno accusato fatica e così abbiamo ottenuto il successo”. (L’INTERVISTA A MARIN).

“Loro sono una squadra immensa – le parole del mattatore Arillo. – Noi però siamo forti e abbiamo tanta qualità, lo sappiamo e siamo felici del trionfo. La rovesciata? Non la si pensa e non la riesco a spiegare, incredibile la palla di Ganho. Ce la metteremo tutta per vincere lo scudetto”. (LE PAROLE DI ARILLO).

Tabellino

FELDI EBOLI-NAPOLI FUTSAL 4-6 (2-2 p.t.)

FELDI EBOLI: Pasculli, Venancio, Vavà, Guilhermao, Luizinho, Caponigro, Calderolli, Braga, Baroni, Selucio, Glielmi. All. Samperi

NAPOLI FUTSAL: Ganho, F. Perugino, Arillo, Rafinha, Fortino, De Luca, Mancha, Honorio, De Simone, A. Perugino, Mateus, Pietrangelo. All. Marìn

MARCATORI: 1’43” p.t. Venancio (F), 7’34” Honorio (N), 9’33” Rafinha (N), 18’55” Braga (F), 0’19” s.t. rig. Venancio (F), 7’14” Mancha (N), 10’46” Arillo (N), 12’30” Arillo (N), 14’34” De Simone (N), 17’28” Guilhermao (F). AMMONITI: Caponigro (F), Braga (F), Rafinha (N), Guilhermao (F), Arillo (N). ESPULSI: al 17’44” del s.t. Rafinha (N) per somma di ammonizioni. ARBITRI: Alex Iannuzzi (Roma 1), Fabio Rocco De Pasquale (Marsala). CRONO: Pasquale Crocifoglio (Napoli). (RISULTATI E CLASSIFICA).

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano