Riecco il Napoli: nel ritiro turco buona la prima amichevole

Un super Raspadori consegna al Napoli la vittoria nella prima amichevole del ritiro di Antalya, in vista del campionato

51

Da quanto tempo non si vedeva il Napoli in campo: in questa pausa per via del Mondiale, in cui tutti si concentrano sulle nazionali in campo, gli azzurri sono già da una settimana in Turchia, ad Antalya, per un ritiro utile alla squadra, che potrà approfittare dell’ancora lungo stop per perseverare su quanto di buono fatto nella prima parte di stagione.

Spalletti può contare su una rosa larga, che negli ultimi giorni di ritiro dovrebbe essere al completo, vista l’eliminazione da Qatar 2022 di tutti e cinque gli azzurri convocati.

E’ un Napoli che, durante il ritiro, cura molto l’aspetto atletico, su cui il tecnico di Certaldo ha intenzione di insistere per continuare a plasmare la sua macchina da guerra, che tutti vogliono rivedere in campo.

Gli azzurri sono ospitati al Regnum Carya Hotel Belek, hotel lussuosissimo a circa 23 chilometri dall’aeroporto. Ma la cosa più importante è prepararsi al meglio per l’imminente ripartenza del campionato.

Napoli che oggi ha giocato la sua prima amichevole contro l’Antalyaspor, vinta 2-3. Domenica gli azzurri affronteranno gli inglesi del Crystal Palace, per poi tornare due giorni dopo. Al rientro gli azzurri disputeranno altre tre amichevoli contro squadre al momento ancora rimaste nell’ignoto.

Proprio oggi Spalletti ha avuto modo di provare molti giovani della primavera, puntando principalmente su Zanoli, Gaetano e Zerbin, fino ad arrivare a nuove promesse come Zedadka, al ritorno da due prestiti, e Hysaj, ma non Elseid, bensì il cugino Daniel.

Un ottimo Napoli, che con la maglia natalizia si affida ai suoi uomini determinanti: sale in cattedra Raspadori, che fa doppietta e cerca di portarsi il pallone a casa. Un palo gli nega questa gioia. Gol anche di Politano, un classicone ormai con il sinistro a rientrare.

E’ ovvio che la forma fisica della squadra è un attimo da rivedere, tuttavia la prova di oggi è stata ottima, dal momento in cui il Napoli del primo tempo è stato impeccabile. Qualche errore in più nella ripresa, quando Spalletti ha rivoluzionato la squadra, che, tutto sommato, si è comunque comportata bene.

La voglia di fare bene e migliorare ancora c’è, lo spirito di squadra sì, il talento non è certo andato via. Spalletti fa tesoro di questo mese scarso per continuare a preparare i suoi in vista del fatidico 4 gennaio, in cui gli azzurri ripartiranno da San Siro contro una certa Inter. Ma una cosa è certa: quanto era mancato vedere il Napoli in campo?

Giuseppe Garofalo

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano