Tragedia a Tramonti: autista travolto e schiacciato dal pullman che guidava

Vincenzo Califano, 44enne originario di Castel San Giorgio, si trovava in strada davanti al mezzo pubblico che improvvisamente ha preso velocità travolgendolo

242

Schiacciato dal pullman che guidava. Tragedia a Tramonti sulla Strada provinciale 2 al Valico di Chiunzi. Poco prima delle 13.30 l’autista di un pullman di linea della Sita Sud ha perso la vita. Da chiarire la dinamica dell’incidente, ma stando ai primi rilievi, verosimilmente l’uomo, Vincenzo Califano, 44enne originario di Castel San Giorgio, si trovava in strada davanti al mezzo pubblico che improvvisamente ha preso velocità travolgendolo.

L’autista, che si stava scambiando gli auguri di Natale con un altro collega, lungo la  provinciale Tramonti – Maiori pochi metri dopo la rotonda del Valico di Chiunzi,  non avrebbe fatto in tempo a evitare il tragico incidente. Salvo l’altro autista che è sotto choc. Il 44enne aveva lasciato il posto di guida dopo la sosta prevista sulla tabella di marcia, quando per cause in via di accertamento il bus si è avviato lungo la discesa investendolo in pieno.

Vincenzo Califano sarebbe rimasto schiacciato sotto una delle ruote posteriori del pullman che poi aveva iniziato una folle corsa a zig zag, impattando prima contro il muro di sinistra e terminando la sua corsa contro il muretto che costeggia la strada provinciale.L’uomo sarebbe deceduto sul colpo, schiacciato dal peso del veicolo. Inutile ogni tentativo di rianimarlo da parte dei soccorsi.

Sotto choc l’unico passeggero del bus impazzito: una donna di Tramonti che ha vissuto interminabili attimi di paura trovandosi da sola a bordo del mezzo mentre questo si avviava lungo la discesa.

Con ogni probabilità il freno di stazionamento dell’autobus si sarebbe disinserito oppure non sarebbe stato ben innestato. Sul posto i carabinieri della locale stazione per i rilievi del caso che hanno avvisato il magistrato di turno il quale, dopo l’esito dell’esame esterno eseguito dal medico legale sul corpo dell’uomo, rimasto a lungo sull’asfalto, ha autorizzato la restituzione della salma ai familiari e contestualmente ha disposto il sequestro del bus di linea trasferito in serata a Salerno.

Inevitabili le ripercussioni sul traffico: la strada è rimasta chiusa per diverse ore ed è stata riaperta soltanto nel tardo pomeriggio. La circolazione stradale per i veicoli provenienti da Maiori o diretti in Costiera è stata dirottata per le strade interne di Tramonti.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano