truffa rivendita auto

Auto “acquistate” con finanziamenti insoluti poi rivendute alla concessionaria e quindi a persone inconsapevoli: questo il modus operandi scoperto dalla guardia di finanza che ha emesso nei confronti di M. P., titolare della rivendita, un divieto di dimora dalla provincia di Caserta. L’operazione è stata effettuata dalle fiamme gialle di Aversa, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord.

A Caserta la truffa della rivendita di auto: indagato titolare di una concessionaria

Nei confronti di altri indagati sono state disposte numerose perquisizioni. Tutti sono ritenuti responsabili di una pluralità di ipotesi di reato e, in particolare, di truffa, ricettazione, sostituzione di persona, falsi e contraffazione delle impronte di una pubblica autenticazione.

Il modus operandi degli indagati

Il modus operandi utilizzato per la commissione dei suddetti reati, seguiva sistematicamente il medesimo schema operativo. L’acquisto fraudolento di autovetture di media e piccola cilindrata presso varie concessionarie d’Italia, saldate previa stipula di contratti di finanziamento, rimasti insoluti, intestati a nome di vittime ignare, alle quali in un primo momento venivano intestati i veicoli, poi rivenduti alla concessionaria di M. P..

La concessionaria, che risponde anche del reato di autoriciclaggio, altrettanto celermente, si occupava della loro rivendita a terzi soggetti inconsapevoli. La guardia di finanza ha, inoltre, accertato che M. P. risulta titolare di ulteriori società tutte fittizie e prive di sede legale.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteFrana di Ischia, una fiaccolata per ricordare le vittime
SuccessivoEvasione dell’Iva sui prodotti hi-tech, scatta l’operazione “Corto Circuito”: le società “cartiere” di Salerno
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.