Servizio ad alto impatto dei Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco che durante le operazioni hanno arrestato per furto un 42enne di Ponticelli e un 53enne di Torre del Greco per possesso di fuochi d’artificio non categorizzato.

Il 42enne, Salvatore Romano, è stato sorpreso dai militari a Volla in Via Lufrano, intento a smontare un portapacchi da una Fiat Panda. All’interno del suo zaino uno stereo e un portafogli. Dagli accertamenti è emerso che quella refurtiva fosse stata verosimilmente rubata poco prima da altre due auto parcheggiate nelle vicinanze e forzate. L’uomo è in attesa di giudizio e dovrà rispondere di furto aggravato.

A Torre del Greco, invece, all’interno dell’abitazione del 53enne Alfonso Bencivenga, i militari hanno rinvenuto più di 5 chili di materiale esplosivo suddiviso in 128 “botti” improvvisati non riconosciuti. Sul posto sono intervenuti gli artificieri del comando provinciale di Napoli che una volta messa in sicurezza la zona hanno sequestrato il materiale per la successiva distruzione. L’uomo è ora agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Denunciato, sempre a Torre del Greco, un 19enne poiché trovato in possesso di 2 carte d’identità prive di fotografia e con timbri contraffatti. Il 19enne aveva anche 4 smartphone di dubbia provenienza e su questi sono in corso accertamenti. Il giovane dovrà rispondere di contraffazione di altri pubblici sigilli o strumenti destinati a pubblica autentificazione e per ricettazione.

A Barra, infine, denunciato per evasione un 61enne sottoposto agli arresti domiciliari. L’uomo è stato trovato dai carabinieri all’esterno della sua abitazione.
I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano